Menu
RSS

Il regista Marco Poma cittadino onorario di Fabbriche

image7Il regista Marco Poma ha ricevuto la cittadinanza onoraria del comune di Fabbriche di Vergemoli grazie al film Mefisto Funk, prima opera italiana in elettronica computerizzata girata nel 1986 con la Betacam della Sony (standard Betamax di mezzo pollice) e riversata successivamente su pellicola. Fabbriche di Vegemoli ha voluto celebrare degnamente il regista che, grazie alla grande immaginazione e intuizione, aveva già immaginato nel 1986 come unico il territorio di Vergemoli e Fabbriche di Vallico; le location del film infatti comprendono la grotta del vento, il ponte della dogana, il paesaggio di Fornovolasco e la fortezza. 

Per il trentennale del film (distribuito nel 1988) liberamente tratto dal Faust di Wolfang Goethe, insieme alla fondazione Ricci onlus al cui presidente, l'architetto Cristiana Ricci, vanno i ringraziamenti del sindaco Giannini, è stato preparato un evento al famoso complesso dei romiti, borgo del 1100 sapientemente restaurato e già apprezzata location per diversi matrimoni internazionali. Dopo la presentazione del regista è stato proiettato il film Mefisto Funk, apprezzato dai numerosi presenti. Al termine il sindaco Michele Giannini ha conferito la cittadinanza onoraria del Comune di Fabbriche di Vergemoli a Marco Poma, visibilmente emozionato per l'onorificenza concessa. “Si è parte di una comunità perchè vi si nasce o vi si viene ad abitare, ma si è parte di una comunità anche quando si rende questa comunità al suo esterno, apprezzandola – specifica il sindaco Giannini - In questo senso il regista Poma ha reso famoso il territorio di Fabbriche di Vallico e Vergemoli, ovvero Fabbriche di Vergemoli molto prima che noi li fondessimo sotto il profilo amministrativo. Per questo ci siamo sentiti di conferire a Marco Poma la cittadinanza onoraria, la prima di questo comune, per l'importanza della sua opera sia sotto il profilo cinematografico sia per la lungimiranza nel vedere unito questo territorio trent'anni prima. Come amministratori siamo arrivati in ritardo – conclude Michele Giannini - ma ci fa piacere essere arrivati”.

Ultima modifica ilMercoledì, 31 Ottobre 2018 13:49

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Newsletter

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@serchioindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Il network

Lucca in Diretta negativo Cuoio in Diretta negativo