Futuro della Kme, incontro in Comune fra amministrazione e sindacati

Preoccupazione per il calo degli ordini. Riparte la convenzione per i lavori socialmente utili per chi non lavora

Si è tenuto martedì (23 giugno) nella sala consiliare del Comune di Barga, l’incontro fra l’amministrazione comunale per la quale erano presenti il sindaco Campani il vicesindaco Salotti e l’assessore alle attività produttive Romagnoli, e i sindacati provinciali rappresentati da Saisi per Uilm Uil, Rossi per Fiom Cgil, Casotti per Fim Cisl oltre a rappresentanti delle Rsu aziendali.

All’ordine del giorno del tavolo, oltre alla ripresa del dialogo tra Comune e i rappresentanti dei lavoratori, la situazione lavorativa di Kme Italy e Em Moulds. “I sindacati – si legge nella nota del Comune – hanno espresso preoccupazione per la situazione attuale e per il futuro che ad oggi risulta molto incerto, visto il drastico calo degli ordini e una crisi pesante sia per la produzione di lingottiere (legato principalmente alla crisi dell’acciaio) sia dei laminati. Il budget approvato risulta molto più basso rispetto alle potenzialità che invece potrebbe avere lo stabilimento e adesso con questa emergenza si è ulteriormente aggravato. Inolte l’accordo con il Cnr stipulato durante il periodo di emergenza, molto importante qualora ci fosse l’industrializzazione di questi prodotti, non interesserebbe lo stabilimento di Fornaci, non apportando ulteriori incrementi di produzione”.

“I sindacati – prosegue la nota del Comune – chiedono all’amministrazione comunale di dar seguito alle convenzioni stipulate con l’azienda per l’impiego di lavoratori Kme in supporto alle necessità dei Comuni, convenzione che è stata rinnovata nel corso del 2019 e interrotta a causa dell’emergenza. Gli amministratori hanno confermato tale volontà, precisando che già nei prossimi giorni i lavoratori saranno nuovamente impiegati”.

Al termine dell’incontro i sindacati hanno espresso la necessità di una ripresa anche del dialogo fra amministrazione e Kme per avere dai vertici dell’azienda un quadro sulla situazione lavorativa e hanno chiesto a gran voce il rispetto degli accordi sindacali stipulati.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.