Gaia, 1 milione per le famiglie in emergenza lavoro e sconti alle attività commerciali

Si è tenuta stamani (29 maggio) l'assemblea della società: sindaci aggiornati sulle misure per l'emergenza Covid

Covid-19, un milione di euro da Gaia per le famiglie in “emergenza lavoro”, che si aggiunge al milione di euro già stanziato dal gestore idrico per le utenze a basso reddito, assistite nel fondo utenze disagiate. Inoltre, sconti in bolletta per le attività commerciali chiuse durante il lockdown; rateizzazioni speciali, flessibili e senza interessi; tempi più lunghi fino a 60 giorni per il pagamento delle bollette: si è tenuta stamani (29 maggio) l’assemblea della società, durante la quale i sindaci sono stati aggiornati circa il pacchetto di misure economiche stanziate da Gaia in seguito alla pandemia che ha messo in seria difficoltà l’economia di tutto il Paese e anche del nostro territorio.

L’assemblea, partecipata con più dell’83% del capitale presente, si è svolta in videoconferenza ed è stata l’occasione per condividere le scelte del consiglio di amministrazione di Gaia, che in questi mesi ha deliberato agevolazioni specifiche per l’utenza con responsabile tempestività, anche prima di provvedimenti da parte del governo e dell’autorità di regolazione nazionale Arera. Tali misure sono monitorate dal CdA per valutarne l’efficacia e l’eventuale residuo sarà reimpiegato in altri aiuti.

Tutti i sindaci intervenuti nel dibattito si sono espressi favorevolmente circa le misure intraprese, reputandole necessarie ed efficaci, ed impegnandosi in prima istanza a farsi portavoce delle stesse presso i cittadini.

Primo punto all’ordine del giorno per l’assemblea è stata la presentazione del bonus Covid-19, misura nata in tutela delle famiglie (utenze domestico residenti), la cui condizione di disagio deriva dal Covid-19: si parla di persone in forte difficoltà, che hanno perso il lavoro, che sono in cassa integrazione e simili. Nella sezione dedicata sul sito web di Gaia (www.gaia-spa.it), è presente il regolamento e le modalità di richiesta del bonus che deve essere inoltrato esclusivamente on line a Gaia, entro il 19 giugno 2020.

Poi è stato presentato il bonus per i pubblici esercizi e le attività commerciali rientranti nella stretta di chiusura dei vari Dpcm, deliberato dal consiglio di amministrazione di Gaia, uno sconto pari all’importo della quota fissa corrispondente a 3 mesi. Interessati alla misura sono, nel periodo di inattività, ad esempio negozi non alimentari, palestre, ristoranti, cinema e tante piccole attività commerciali. Ma non solo: in caso di bolletta calcolata in acconto, la stima tiene conto dei giorni effettivi di chiusura, con i relativi consumi non addebitati. La mancata fatturazione in acconto dei consumi relativi ai giorni effettivi di chiusura, considerati pari a zero, unitamente allo sconto di 3 mesi di quota fissa, riducono notevolmente l’importo in bolletta e forniscono un importante sostegno alle tante aziende in difficoltà a causa di questa emergenza sanitaria nazionale.

Inoltre, sono state elencate anche le altre misure intraprese, tra cui la concessione a tutti gli utenti di rateizzazioni speciali senza applicazione di interessi e penali: chi vuole ne può fare richiesta contattando la consulenza clienti di Gaia S.p.A attraverso gli strumenti di assistenza a distanza: la scheda di contatto presente sul sito web www.gaia-spa.it (banner in verde) metterà l’utente in diretta comunicazione con un consulente. In alternativa è possibile chiamare il numero 800-223377 (199-113377 da mobile) per prenotare una richiamata sul proprio numero di telefono.

Il tempo per saldare le bollette è stato diluito da 30 a 60 giorni, per consentire a chi effettua il pagamento con bollettino postale di non doversi fisicamente recare allo sportello dell’istituto bancario. Sono state sospese le limitazioni e il blocco dei contatori per morosità. Inoltre è stata progettata una moratoria sulle perdite occulte: in caso di consumi elevati imputabili a perdita nell’impianto interno, vista l’impossibilità attuale dell’utente di chiamare tecnici e idraulici per verificare la perdita, Gaia si è impegnata a non addebitare al cittadino gli importi elevati in bolletta derivanti dai consumi anomali, fino alla presentazione della documentazione a emergenza conclusa. L’utente sarà in ogni caso avvisato subito della probabile perdita, ed invitato a chiudere la pratica una volta concluso il periodo di emergenza.

Le utenze domestiche in difficoltà già in carico nel fondo utenze disagiate di Gaia continuano ad essere assistite con tutte le misure idonee studiate apposta per loro. Vista la difficoltà ad uscire di casa e reperire la documentazione necessaria a rinnovare la domanda per l’anno in corso, Gaia ha trascinato il beneficio acquisito nel Fud in maniera automatica per 12 mesi, per poi richiedere il perfezionamento delle domande in un secondo momento. Stessa cosa vale per il bonus idrico gestito dall’autorità nazionale Arera e per il bonus integrativo dell’autorità Toscana Ait: le agevolazioni sono prorogate in attesa della conferma della richiesta da parte dell’utente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.