Menu
RSS

Ottone, Fiom: “Non rispettato accordo sindacale”

  • Pubblicato in Barga

kmeincontroKme, la risposta sulla questione ottone non convince la Fiom Cgil. Che torna nuovamente sulle barricate e attende l'appuntamento del prossimo 12 febbraio quando si terrà il coordinamento sindacale del gruppo.
"Di passaggio in passaggio - dicono dal sindacato - la Kme nel corso degli anni ha sicuramente ridotto il perimetro delle produzioni, e questo è un fatto. Il futuro di questo importante gruppo è ancora tutto da capire. Questa supponenza gestionale di Kme ci farebbe piacere si traducesse davvero in un rilancio, investimenti, sviluppo, occupazione e non in ridicoli tentativi di screditare tutti quelli che intervengono sull’andamento dell’azienda".

Leggi tutto...

Ottone, Kme risponde a Fiom: “Nessuna cessione”

  • Pubblicato in Barga

kme Nessuna cessazione di attività nel settore dell'ottone per la Kme. È la stessa azienda che lo afferma in risposta al comunicato del sindacato Fiom: "Il comunicato del coordinatore nazionale Fiom Braccini - si legge nella nota dell'azienda - mostra o una plateale ignoranza delle più elementari normative sindacali o, piuttosto, il goffo tentativo di ricerca di visibilità anche a scapito della verità dei fatti. L’annuncio dell’azionista Intek Group relativo all’accordo raggiunto da Kme A.G. per la cessione del business delle barre di ottone al gruppo cinese Zhejiang Hailiang Co.Ltd. è infatti un passaggio coerente con il piano strategico annunciato dal gruppo per una focalizzazione del proprio portafoglio prodotti sui laminati di rame e leghe e sui prodotti speciali. Tale strategia è confermata anche dall’accordo dello scorso luglio per l’acquisizione di Mkm, produttore tedesco di laminati in rame e leghe di rame".

Leggi tutto...

Detenuto muore in cella, disposta autopsia

carcereluccainternoProtesta e tensioni nel carcere di Lucca per il decesso, avvenuto (26 dicembre) mercoledì all'ora di pranzo a causa di un malore, di un detenuto di 55 anni, Massimo Tamagnini, di origini garfagnine. A far emergere la vicenda è stato il sindacato Osapp.
Secondo quanto spiegato in una nota, in seguito alla morte del cinquantenne, i detenuti "della terza sezione hanno iniziato ad inveire e a sbattere pentolame sulle inferriate mentre all'interno della stessa sezione avevano luogo alcune colluttazioni tra gli stessi ristretti e per le quali alcuni sono dovuti ricorrere a cure mediche".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Newsletter

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@serchioindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Il network

Lucca in Diretta negativo Cuoio in Diretta negativo