Quantcast

Banda ultra-larga, nel 2022 la copertura passerà dall’attuale 46% al 72%

Terminata la mappatura portata avanti dalla provincia di Lucca

È terminato il lavoro, portato avanti dalla Provincia di Lucca, per mappare l’offerta di accesso alla banda ultralarga da parte di operatori privati.

La mappatura, che, comune per comune, evidenzia le potenzialità dei diversi territori, è stata realizzata attraverso una procedura che ha consentito di ricostruire e di analizzare le possibilità di accesso di tutti i numeri civici della provincia, per un totale di quasi 189mila referenze. Questo monitoraggio, di fatto, fornisce una ricostruzione delle possibilità di accesso alla banda ultra-larga da parte della popolazione del territorio provinciale, aggiornato al mese di ottobre 2021, ma guarda anche al futuro, effettuando una proiezione su quelle che sono le potenzialità di ampliamento nel 2022.

Lo studio, pertanto, ha permesso di effettuare una mappatura che rende possibile individuare con rapidità e precisione la possibilità della popolazione di accedere a questo tipo di connettività. L’altro aspetto importante di questo studio è quello di far sì che le aziende intenzionate a investire nel territorio di Lucca siano in grado di avere una fotografia aggiornata e dettagliata di quelle che sono le possibilità e le potenzialità della provincia in questo ambito e, quindi, partecipare a progetti che la rendano sempre più competitiva a livello sia nazionale sia internazionale, anche in vista dell’avvio dei progetti legati alla transizione digitale e al Pnrr.

Guardando al futuro e, in particolare al 2022, la rilevazione degli uffici dell’amministrazione provinciale ha evidenziato un incremento sostanziale della popolazione che sarà interessata dalla banda ultra-larga che passerà dall’attuale 46% al 72%, grazie, soprattutto, all’ampliamento dell’offerta di connessione per mezzo della tecnologia wireless. Questa, infatti, offre prestazione di qualità di poco inferiori a quelli della rete cablata e spesso assicura il miglior rapporto costi-benefici nel fornire il servizio di alta connettività in aree decentrate o poco popolate: questo ha fatto sì che le due diverse modalità di offerta della banda ultra-larga siano state equiparate nel fare la rilevazione.

La ricerca effettuata dalla Provincia è stata pubblicata sul sito dell’ente (clicca qui). Qua si possono trovare, oltre alle tabelle comune per comune, anche le mappe che, grazie a un’apposita scala cromatica, evidenziano il grado di accesso dei singoli territori alla banda ultra-larga.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.