Quantcast

Apuane, Monni e Baccelli: “Disponibilità al piano, indirizzo politico sia condiviso”

Gli assessori incontrano i sindaci della Comunità di Parco, l'Ente e i tecnici

“Un impegno a dare un po’ più di tempo al confronto fra la Regione, il Parco e la Comunità di Parco con la finalità di far arrivare in consiglio regionale, che è il luogo in cui il Piano si adotta, una proposta largamente condivisa”. Lo hanno detto gli assessori Monia Monni (ambiente) e Stefano Baccelli (infrastrutture e governo del territorio) che stamani (15 ottobre) a Seravezza nelle sede del Parco hanno incontrato i sindaci della comunità di Parco, il consiglio direttivo dell’Ente, gli uffici tecnici e il gruppo di professionisti che ha redatto il Piano integrato.

“Il parco delle Apuane – hanno detto Monni e Baccelli- è una delle sfide più affascinanti che permette di conciliare il tema delle estrazioni con la tutela dell’ambiente, che tiene insieme sviluppo, lavoro e sostenibilità, coniugando esigenze antropiche e ambientali. Ci siamo messi a disposizione – hanno proseguito gli assessori- e apprezziamo il lavoro fatto fin qui con la consapevolezza che il quadro conoscitivo deve essere messo a disposizione della comunità politica perché avere un indirizzo politico condiviso consente di arrivare alla meta più forti e coesi. Verificheremo dunque se ci sono gli spazi per avere più tempo per approfondire, così come ci chiede la comunità”.

Domani (16 ottobre) il sindaco di Minucciano Nicola Poli terrà una conferenza stampa a Gramolazzo sul tema ‘Ambiente e Lavoro una convivenza possibile”. Parteciperanno il senatore Marcucci, l’onorevole Buratti, l’assessore regionale Baccelli, i consiglieri regionali Puppa, Mercanti e Bugliani, il sindaco di Castelnuovo Garfagnana Taglisacchi, il presidente della Provincia Menesini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.