Disabilità, gruppo di lavoro in Provincia su scuola e trasporto pubblico

L'obiettivo è quello di dare risposte concrete alle famiglie sulle criticità

Un gruppo di lavoro, coordinato dalla Provincia, per affrontare i problemi legati alla disabilità in relazione alla scuola e al trasporto pubblico, che si sono evidenziati con l’emergenza Covid 19, ma che verranno affrontati guardando anche oltre la fase emergenziale.

Questo è il risultato della riunione, convocata dal presidente della Provincia, Luca Menesini, e che ha visto la partecipazione della consigliera provinciale alla scuola e alle pari opportunità, Teresa Leone, dei presidenti delle conferenze zonali dell’Asl della Piana di Lucca, Alessandro Tambellini; della Mediavalle e Garfagnana, Francesco Pioli (assente la Versilia che doveva essere rappresentata dal sindaco di Viareggio che ricopre anche il ruolo di presidente della conferenza dei sindaci versiliesi); del direttore di Anfass, Manuel Graziani; del presidente della Federazione Fand, Massimo Diodati e del professor Massimo Toschi e che si è svolta questa mattina (22 maggio) in videoconferenza.

“Quando ci si mette attorno a un tavolo, anche se virtuale come in questo caso – commenta la consigliera Teresa Leone – per effettuare una riflessione anche politica su un tema importante quale quello dei diritti delle persone con disabilità, è sempre un buon segno. Quando, poi, come è accaduto questa mattina, si riesce anche a focalizzare un’azione precisa da portare avanti, possiamo affermare di aver raggiunto un primo importante risultato: c’è infatti piena condivisione sia sui temi da affrontare, sia sul fatto che sia necessario un coordinamento unico, per essere più efficaci”.

Nel corso della riunione sono stati individuati due ambiti nei quali è importante intervenire concretamente per rendere sempre più inclusiva la nostra società: la scuola e il suo rapporto con le persone con disabilità e il trasporto pubblico che deve essere a misura di queste persone, al pari di chi non ha disabilità.

“È emersa chiaramente – spiega Leone – la necessità di un coordinamento che riesca a recepire le esigenze di tutti gli attori e che si arricchisca delle esperienze dei Comuni che hanno già lavorato in questa direzione: gli enti, le associazioni e i vari soggetti che sono coinvolti in questi ambiti e a trovare la strada migliore per redigere documenti utili come linee guida per progetti che vadano a risolvere i problemi. L’emergenza Covid 19, in effetti, ha portato alla luce delle criticità che esistevano prima ed esisteranno anche in tempi più ‘normali’, ma ci ha anche dato l’opportunità di fermarci per trovare la strada migliore per arrivare a delle soluzioni condivise”.

E tale strada è proprio un gruppo di lavoro che metta a confronto tutti i soggetti. «Questa prima riunione – prosegue Leone – è stata voluta dal presidente Menesini e conferma la sua e nostra volontà di affermare sempre più l’ente provinciale come ‘casa dei Comuni’. Nell’accettare di coordinare questo gruppo di lavoro, che persegue un obiettivo che mi sta particolarmente a cuore e, cioè, quello delle pari opportunità per tutti, ho già comunicato ai partecipanti che, a breve, indirò una nuova riunione, per entrare nel vivo del lavoro e iniziare a dare risposte concrete alle famiglie dove vi sono persone con disabilità e che, in questi ultimi mesi, hanno vissuto situazioni spesso molto difficili».

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.