Giornata dei poveri, appuntamenti anche in Valle

In occasione della terza Giornata mondiale dei poveri, indetta da Papa Francesco per il 17 novembre, l’Arcidiocesi di Lucca ha organizzato una serie di iniziative con l’obiettivo di riportare la povertà al centro, intendendo con ciò sia il centro dell’attenzione che il centro delle città. Tutte le proposte in programma sono state riunite sotto il titolo Invisibili evidenze. Un’espressione che sta a indicare come la povertà, nel suo essere sfrontatamente scomoda alla vista, spesso venga confinata laddove possa dar meno fastidio. Si tratta peraltro di eventi che nascono dal coinvolgimento di vari partner del territorio che affiancano Caritas sia nell’organizzazione che nella realizzazione delle iniziative.

“È importante che questa giornata ci aiuti a rimettere la povertà al centro, cioè a sottrarla dalla marginalità e dall’indifferenza – dice l’arcivescovo di Lucca, Monsignor Paolo Giulietti -. La consapevolezza di ciò che significa oggi essere poveri e di quante persone rimangono coinvolte in storie di fragilità ci incoraggia a pensare una società diversa, più giusta e solidale. Per i credenti, inoltre, incontrare i poveri e diventare loro amici significa lasciarsi incontrare e salvare dal Signore Gesù”.
Il primo appuntamento è fissato per domani (14 novembre), quando alle 18 si riunirà la Consulta delle opere caritative: le associazioni e gli enti coinvolti sono stati convocati dalla Caritas diocesana al Salone dell’arcivescovato. La sera dello stesso giorno, alle 21, si terrà una veglia di preghiera in tre chiese della diocesi: San Concordio in Contrada, San Jacopo (Borgo a Mozzano) e Madonna del Buon Consiglio (quartiere Terminetto – Viareggio). La veglia, dal titolo La speranza dei poveri non sarà mai delusa, approfondirà il senso stesso che il Papa ha voluto dare alla Giornata dei poveri di quest’anno e sarà animata dalle comunità e da varie associazioni laicali; è inoltre previsto un collegamento in diretta di Viareggio e Borgo a Mozzano con Lucca nel momento della riflessione del vescovo Paolo.
Particolarmente d’impatto saranno poi le due iniziative in programma per sabato e domenica (16 e 17 novembre) a Lucca, Viareggio e Castelnuovo di Garfagnana. La prima è Visibili evidenze, un’esposizione fotografica diffusa nei centri delle città che la Caritas diocesana organizza in collaborazione con Photolux Festival e Fondazione Il Cuore Si Scioglie. Alcuni noti fotografi italiani saranno portati in mostra con scatti inerenti al tema della Giornata dei poveri. Gli artisti che hanno prestato le proprie opere sono Francesco Zizola, Stefano Schirato e Stefano Morelli. Le fotografie saranno riprodotte su diverse strutture collocate in vari luoghi di passaggio delle città.
La seconda iniziativa si intitola Povertà al centro e prevede invece delle installazioni, riguardanti diversi contesti di povertà, animate da performance attoriali a cura di SPAM! Rete per le arti contemporanee, progetto dell’associazione culturale Aldes, che per l’appunto produce e promuove opere di sperimentazione coreografica. Le installazioni sono state realizzate da Daccapo, il sistema di riuso solidale avviato proprio da Caritas e adesso inserito nel più ampio ecosistema della neonata Cooperativa Nanina. I luoghi in cui saranno collocate le installazioni sono piazza Napoleone a Lucca, piazza Campioni a Viareggio e piazza Vincenti a Castelnuovo di Garfagnana. Sia l’esposizione fotografica che le installazioni, riportando la povertà al centro dell’attenzione in contesti pubblici, avranno l’ulteriore compito di sollecitare spunti, idee, sensazioni e risposte in chi vi si imbatterà, grandi e piccini. Caritas diocesana raccoglierà tutti questi contributi per poi condividerli attraverso i propri canali social. È possibile restare aggiornati su tutto seguendo l’hashtag #povertaalcentro. L’ultimo appuntamento è in programma per giovedì 24 novembre, alle 15,30 alla Cappella Guinigi del Complesso San Francesco si terrà Liberi dentro, un convegno che tratterà l’esperienza di inclusione sociale dei detenuti del carcere di San Giorgio attraverso il progetto di digitalizzazione della documentazione della Usl Toscana nord ovest .
Al programma diocesano si affiancherà infine un nutrito programma di iniziative promosse e realizzate dalle parrocchie e dalle comunità. Caritas diocesana darà eco a queste proposte attraverso la propria pagina Facebook e il proprio profilo Instagram, sui quali sarà possibile seguire lo svolgersi di tutti gli appuntamenti della Giornata mondiale dei poveri.

Scarica il programma delle iniziative.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.