Quantcast

Turismo, Capri e la Costiera Amalfitana sono le mete preferite dagli americani

A testimoniare la scalata in termini di successo che ha avuto negli ultimi anni la Costiera amalfitana e Capri per quanto riguarda il turismo, arrivano i dati elaborati da Federturismo Confindustria riguardanti i flussi turistici sull’isola e sulle altre città.

Il dato più interessante dello studio effettuato è quello riguardante la presenza di stranieri in questi luoghi che, negli ultimi anni, è aumentata in modo considerevole.

La Costiera Amalfitana ha saputo conquistarsi un posto di primaria importanza tra le mete più ambite del nostro Paese, sorpassando realtà conosciute e diventando una prima scelta per italiani e stranieri che vogliono godersi un periodo di vacanza in Italia.

I turisti che affollano l’isola e la costiera provengono da moltissimi paesi, con una netta prevalenza degli americani, che negli ultimi cinque anni sono raddoppiati in termini di presenze medie.

Crescono bene anche i paesi asiatici, anche se questa popolazione ha una cultura diversa nel modo di fare una vacanza, preferendo optare nella visita di grandi città come Milano, Roma, Venezia piuttosto che località prettamente vocate al turismo balneare.

Lo studio rileva come la crescita di queste zone della Campania è frutto di un continuo lavoro giornaliero di sviluppo messo in campo dalle Istituzioni e dagli addetti del settore turistico.

Il miglioramento delle strutture ricettive, l’ampliamento della gamma dei servizi messi a disposizione dei visitatori, ha reso più appetibili questi luoghi, unitamente una maggiore facilità di raggiungimento, fattore che permette ai turisti di arrivare in modo comodo e veloce in questi luoghi.

Per Capri, ad esempio, soluzioni di trasporto quali gli aliscafi Salerno Capri di Alicost, un’opzione di viaggio per turisti e visitatori efficiente, veloce e confortevole, con partenza dal Molo Manfredi di Salerno, un punto strategico che permette al turista di evitare l’affollamento di altri punti di partenza più affollati, e l’arrivo al Porto di Marina Grande, praticamente a poca distanza dal centro dell’isola.

Come accennato in premessa, Capri e gli altri luoghi della Costiera Amalfitana sono tra le prime posizioni, quando si parla di visitatori, non solo quando sono prese in considerazione le mete balneari.

Le città più amate dai turisti, nel corso del 2018, sono state Roma, Milano, Firenze, Venezia ma appena dopo arrivano Capri e la Costiera, un segno che questi luoghi stanno riscontrando un forte appeal come luoghi non solo per trascorrere le vacanze.

Dai dati emersi dallo studio è interessante rilevare come sia diminuita anche l’età media di chi visita questi splendidi luoghi campani, ora anche quelli che sono chiamati millennials crescono in termini di presenze e sono arrivati a raggiungere il 26% di chi sceglie tali luoghi per la propria vacanza.

Questi numeri generali dovrebbero trovare conferma anche in questa stagione 2019 in corso, in cui Capri e tutto il comprensorio della Costiera Amalfitana potrebbe far registrare un nuovo boom in termini di presenze e consensi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.