Quantcast

Pescaglia, in arrivo contributi fino al 70% sulla Tari per le attività commerciali

La domanda di riduzione e rimborso dovrà arrivare al Comune entro il 28 febbraio

Contributi fino al 70% sulla Tari 2021 per le utenze non domestiche. È questa la misura presa dal Comune di Pescaglia per far fronte alle difficoltà che le attività hanno dovuto affrontare in questi mesi, tra chiusure e restrizioni.

Il bando consentirà a negozi, artigiani e ristoranti, di poter accedere a un rimborso della tassa sui rifiuti fino al 70% di quanto pagato. Rimborso che non potrà comunque superare i 3 mila euro. Hanno diritto alla riduzione i soggetti interessati dalle chiusure obbligatorie o dalle restrizioni dell’esercizio delle rispettive attività per effetto dei provvedimenti statali, regionali e locali.

Per restrizioni sono da intendersi le limitazioni alle modalità di svolgimento delle attività di somministrazione, come asporto, consegna a domicilio e consumazione all’aperto, nonché le limitazioni allo spostamento delle persone  legate alle attività connesse al turismo e agli eventi, quali agenzie viaggi, alberghi, agriturismi, bed and breakfast, e tutte le altre attività ricettive sia a carattere imprenditoriale che non imprenditoriale. La riduzione spetta anche alle utenze non domestiche, che, pur non essendo state interessate da chiusure obbligatorie o restrizioni, siano state danneggiate a causa di una contrazione generale dell’attività e dei consumi (diminuzione del fatturato pari o superiore al 30% rispetto al 2019).

La domanda di riduzione e rimborso, scaricabile dal sito del Comune di Pescaglia, dovrà arrivare al Comune stesso entro il 28 febbraio 2022, attraverso posta certificata, raccomandata o consegnata a mano all’ufficio protocollo.

“Un altro importante intervento rivolto ad aiutare le attività del nostro Comune, che in questo lungo periodo di emergenza sanitaria hanno vissuto problematiche e riduzione di lavoro – commenta l’assessora all’urbanistica e alle attività produttive Paoletta Demuru -. L’amministrazione comunale era già intervenuta lo scorso anno effettuando un taglio sull’imposta Tari 2020 del 50%. Quest’anno si è deciso di compiere un ulteriore sforzo, intervenendo con un bando che può arrivare a tagliare fino al 70% sulla tassa sui rifiuti, andando a sostenere anche tutte quelle attività che, se pur non obbligate alle chiusure, per effetto del perdurare dell’emergenza epidemiologica, hanno subito una contrazione del fatturato pari o superiore al 30%”.

“E’ un segnale importante che l’amministrazione di Pescaglia vuole dare alle attività produttive del territorio, in un momento si di ripartenza, ma ancora estremamente incerto e delicato – interviene il sindaco Andrea Bonfanti -. Con questo provvedimento, vogliamo dimostrare con i fatti, ancora una volta, l’attenzione che questa amministrazione ha per il territorio e per il suo tessuto economico, che più di tutti ha subito il contraccolpo della pandemia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.