Le storie dei paladini di Carlo Magno in scena all’istituto comprensivo di Piazza al Serchio

L'evento rientra nel cartellone del festival "I Musei del Sorriso", organizzato dal Sistema museale territoriale della provincia di Lucca

Si terrà domani (21 settembre) alle 11 all’istituto comprensivo di Piazza al Serchio, a cura del Museo dell’Immaginario folklorico, lo spettacolo a ingresso gratuito Paladini di Carlo Magno, di Michele Neri. L’evento rientra nel cartellone del festival I Musei del Sorriso, organizzato dal Sistema museale territoriale della provincia di Lucca.

Narrazioni liberamente tratte da alcune, fra le moltissime storie, che compongono le opere di Matteo Maria Boiardo (Orlando innamorato) e Ludovico Ariosto (Orlando furioso), spaziando fra scene ed avventure in cui i vari personaggi si incontrano, si scontrano, perdendosi per poi ritrovarsi. Eventi più o meno conosciuti e a loro volta citati in tanti contesti letterari, ed accadimenti di contorno non meno ricchi di fascino e di interesse.

Nel poliedrico svilupparsi di personaggi ed avventure, un’opportunità per intraprendere viaggi fantasiosi incredibili. Nella modalità dei racconta storie di un tempo, un’occasione per venire a conoscenza di avventure affascinanti, episodi pieni di colpi di scena fra magia ed incantesimi. Un patrimonio sia letterario e di folklore, che non fu solo del nostro meridione, ma che a macchia di leopardo, ritroviamo rappresentato nei secoli in varie parti d’Italia.

Per informazioni: 351.9527312, info@museoimmaginario.net

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.