“Sul Colle più alto”: a Barga la presentazione del libro di Valdo Spini

L’appuntamento è per le 21 di venerdì 5 agosto, in piazza Giannetti

Appuntamento di grande richiamo il prossimo venerdì, 5 agosto, a Barga, per la rassegna Itinerari letterari a Barga – tra ville e angoli suggestivi, organizzata da comune di Barga, Unitre Barga, Fondazione Ricci, Proloco, Istituto storico lucchese sezione Barga e Cento Lumi, nell’ambito della quale Valdo Spini presenterà il suo ultimo libro Sul Colle più alto – L’elezione del presidente della Repubblica dalle origini ad oggi.

Un libro in questo periodo più che mai indispensabile anche per comprendere quale sarà il secondo settennato di Sergio Mattarella, in un contesto generale segnato da una pandemia covid19 non ancora domata, dalla guerra in Europa sferrata dalla Russia contro l’Ucraina, dalla crisi del governo di Mario Draghi e dalle imminenti elezioni politiche anticipate. Spini spiega cosa rende l’elezione del presidente della Repubblica un avvenimento politico così importante e imprevedibile nel suo sviluppo e, per questo, avvincente. L’esperienza di questi ultimi anni ha insegnato quanto sia essenziale il suo ruolo in un sistema parlamentare e in un Paese, come il nostro, in eterna transizione politica e, di conseguenza, quanto sia decisiva la sua scelta.

È con questo spirito che Spini, intervistato dal giornalista Marco Innocenti, rievocherà le figure che si sono succedute come capi dello Stato da De Gasperi a Mattarella ricostruendo il modo in cui sono stati eletti e come sono arrivati alla carica rappresentativa più alta della Repubblica. Sono quattordici vicende che fanno quasi tutte storia a sé perché presentano svolgimenti molto diversi tra loro, a seconda degli anni, dei protagonisti e del contesto politico. Ma i tratti comuni non mancano: la volontà del Parlamento come corpo collettivo, il ruolo dei singoli parlamentari e anche le insidie rituali come quella dei cosiddetti «franchi tiratori». Spesso è accaduto che chi è entrato papa in conclave ne è uscito cardinale: non sempre, infatti, le leadership dei partiti maggioritari hanno portato al successo il candidato con cui avevano iniziato le votazioni.

L’appuntamento è per le 21 di venerdì 5 agosto, in piazza Giannetti nel centro storico di Barga. Spini presiede la “associazione delle istituzioni italiane di cultura”, il “Coordinamento delle Riviste di Cultura” e la “Fondazione Circolo Rosselli”. Deputato dal 1979 al 2008, è stato ministro dei governi Ciampi e Amato 1. È stato vicesegretario del Psi dal 1981 al 1994 in rappresentazione della corrente di sinistra.

È autore, tra l’altro, de “La buona politica” (quarta edizione 2018) e di “Carlo e Nello Rosselli. Testimoni di Giustizia e Libertà”. È direttore della rivista “Quaderni del Circolo Rosselli”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.