Vivere Castelnuovo parte con Elena Magnani e la sua “Segnatrice” foto

L'incontro è stato curato dell'associazione Progetto Donna

Il luglio culturale di Castelnuovo parte con la quarta opera di Elena Magnan “La Segnatrice” edita da Giunti Editore.

Una serata con protagonista l’opera letteraria della scrittrice originaria di Genova che risiede a San Donnino-Piazza al Serchio. L’incontro è stato curato dell’associazione Progetto Donna che ha presentato il racconto ambientato nella zona dell’alta Garfagnana, precisamente Piazza al Serchio, durante la resistenza partigiana.

Ma sfera principale è quella sentimentale con le storie intrecciate tra la protagonista con poteri esoterici e il contorno bellico dell’epoca. Il titolo fa riferimento alla figura della donna che segna, ovvero debella, il malocchio. Mix tra storia, mistero e passione. Tal miscela difficilmente non può che provocare interesse.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.