Quantcast

Dove festeggiare il Natale in Toscana

Più informazioni su

    Già da Novembre, nelle città più importanti del nostro Paese si iniziano ad allestire luci natalizie, installare alberi riccamente decorati e organizzare mercatini. Questa aria natalizia si respira in qualsiasi Regione. Anche la Toscana propone moltissimi eventi dedicati alla festa più amata dai bambini. Dopo aver addobbato l’abitazione con delle creazioni fai da te è possibile concedersi qualche momento di relax da turista.

    Firenze, Arezzo e Massa

    E’ l’8 Dicembre, in occasione della Festa dell’Immacolata Concezione, che a Firenze ha luogo l’accensione dell’albero di Natale in Piazza del Duomo. Sempre nella medesima piazza sarà possibile ammirare sul sagrato della Cattedrale di Santa Maria del Fiore il “Presepe dell’Opera”. Sono le statue in terracotta dell’impruneta, proposte a grandezza naturale e interamente realizzate a mano, a rendere omaggio alla Natività. E chi desidera concedersi una visita nei paraggi avrà l’occasione di acquistare idee regalo in uno dei tanti mercatini natalizi dei borghi del Mugello. Perfette per trascorre qualche ora all’aperto con i più piccoli sono anche le zone del Chianti e di Fiesole. Altro appuntamento, per chi è in viaggio con dei bambini appassionati di aerei e viene a trovarsi nella zona di Massa, è quello con il rifugio antiaereo di Martana. Il tunnel, la cui lunghezza raggiunge i 450 metri, può essere esplorato beneficiando delle informazioni storiche elargite da un’apposita guida. Sarà difficile non lasciarsi rapire da racconti, foto e video volti a narrare gli anni della guerra.

    I mercatini di Chiusi e San Sepolcro

    L’ultima domenica di ogni mese Chiusi ospita il mercatino etrusco. Tra le bancarelle i turisti che sceglieranno di raggiungere la regione toscana, magari a bordo di un treno, ammireranno articoli d’artigianato locale e prodotti di antiquariato di vario genere, come vasellame, ceramiche e creazioni realizzate in ferro battuto. Non mancano stand in grado di proporre prodotti biologici a chilometro zero. Ad allietare i bimbi, in questo mercatino, saranno le esibizioni di giocoleria, i racconti dei cantastorie e il frequentatissimo “trucca bimbi”. Il mercatino del Tarlo, altrettanto interessante, viene organizzato a San Sepolcro, località in provincia di Arezzo. Si tratta di un appuntamento proposto in piazza Torre di Berta ogni settimana, di venerdì, e nel corso dell’ultima domenica di ogni mese. Sono lavori d’antiquariato, e articoli dedicati ai collezionisti, a essere esposti nelle bancarelle della piazza del centro storico.

    Natale tra i borghi: alcune mete consigliate in inverno

    La Regione toscana è nota per la ricchezza di borghi storici d’epoca medievale. La lista è davvero infinita, ma chi ha a disposizione qualche giorno di vacanza in prossimità delle feste natalizie potrà limitarsi a “esplorarne” alcuni:

    • Palazzuolo sul Senio
    • Fucecchio
    • Montepulciano

    Palazzuolo sul Senio, borgo medievale della provincia di Firenze, è riconosciuto da tempo come una delle mete più accreditate del territorio toscano per quanto concerne gli eventi natalizi. Piazza IV Novembre, debitamente addobbata, oltre ai Mercatini di Natale offre veri e propri percorsi tra presepi e attrazioni storico architettoniche. Sempre nei dintorni di Firenze, in prossimità del Fiume Arno, si trova Fucecchio, altra cittadina medievale. Il soprannome che si è vista attribuire, “Il Magico paese della Parata di Babbo Natale”, evidenzia l’atmosfera magica in cui la località viene avvolta nei giorni di fine anno. Anche a Montepulciano, in territorio senese, le feste rappresentano l’occasione giusta per un mercatino natalizio; anzi, quello di Montepulciano si fregia del titolo di mercatino di maggiori dimensioni del Centro Italia. Al suo interno, infatti, sono più di 80 le bancarelle intente a offrire il meglio della produzione locale. E una passeggiata tra testimonianze dell’architettura medievale e d’epoca rinascimentale renderà ancora più piacevole la visita.

    La Toscana è una regione che, data la sua grandezza, non ha difficoltà ad accontentare qualunque tipologia di turista. Tra montagna e mare, passando per colline e città d’arte, è giusto concedersi una sosta per gustare alcune delle specialità di una cucina rinomata, tornando a casa sazi e arricchiti a livello culturale ed emotivo. Anche a Natale sono molte le occasioni di soggiorno con amici, in coppia o con l’amata famiglia.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.