Quantcast

Alla Fortezza di Mont’Alfonso il concerto all’alba del pianista Roberto Cacciapaglia foto

L'appuntamento domenica (15 agosto) alle 4,45 a Castelnuovo Garfagnana

Concerto all’alba nel cuore delle Alpi Apuane e dell’Appenino tosco-emiliano. Uno dei maggiori pianisti italiani Roberto Cacciapaglia domenica (15 agosto) alle 4,45 suonerà alla Fortezza Mont’Alfonso a Castelnuovo Gargagnana.

Intitolato Contemplazioni, il live del pioniere del minimalismo e della musica cosmica, diffonderà il suono e gli armonici fra il pubblico e il luogo. L’ambiente circostante diventerà il “prato delle contemplazioni”, un’esperienza di condivisione profonda fra chi suona e chi ascolta, senza divisioni.

I biglietti – posto unico 9,20 euro compresi diritti di prevendita – sono disponibili sul sito ufficiale www.montalfonsoestate.it, nei punti Boxoffice Toscana (clicca qui) e su www.ticketone.it. A Castelnuovo di Garfagnana le prevendite ai trovano alla Pro Loco e Fidelity Tours. I biglietti sono disponibili anche la notte del concerto alla biglietteria della Fortezza (dalle 4,15).

Per chi lo desidera, al concerto è abbinata l’iniziativa Camminalba, camminata con fiaccolata dal centro di Castelnuovo fino alla fortezza di Mont’Alfonso: partenza alle 3 da piazza della stazione, concerto, colazione, ritorno attraverso il sentiero Ariosto. Quota di partecipazione 18 euro compreso ingresso al concerto. Iscrizione obbligatoria a scarpinata@blu.it entro il 12 agosto.

Per accedere allo spettacolo è necessario presentare all’ingresso il green pass o il tampone negativo (effettuato entro 48 ore), oltre a un documento d’identità.  Per il concerto all’alba, è disponibile il parcheggio gratuito della Fortezza di Mont’Alfonso (dista 600 metri dalla Fortezza).

Compositore e pianista, Roberto Cacciapaglia è protagonista della scena internazionale più innovativa, la sua musica integra tradizione classica e sperimentazione elettronica. Da lungo tempo conduce una ricerca sui poteri del suono per una musica senza confini.
Oltre a essere il compositore delle musiche dell’Albero della Vita per l’Expo 2015, ha lavorato per anni con lo studio di fonologia della Rai, e collaborato con il Consiglio nazionale delle ricerche di Pisa, studiando le applicazioni del computer in campo musicale. Partito dagli stati uniti, il recente Diapason Worldwide Tour ha entusiasmato Russia, Cina, Turchia e Italia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.