Quantcast

La storia della squadra del Circolo Pesaco in un libro di Andrea e Renzo Campoli

Sarà presentato giovedì 15 luglio alle 21 al chiosco del Convento di Pieve Fosciana

La storia di un gruppo di amici che nel lontano 1984 decisero di mettersi insieme per dar vita ad una squadra di calcio: il circolo Pesaco. Sotto i colori giallo e nero si unirono Petrognola, Sant’Anastasio e Colognola in una squadra prettamente paesana dove gli ‘stranieri’ provenivano da piazza al Serchio e da Barga.

In questo libro è narrata la loro storia calcistica culminata con la vittoria finale nel campionato Amatori Uisp della Garfagnana. Scritto a quattro mani da Andrea Campoli, allenatore della squadra e dal piccolo Renzo, il libro ricostruisce, partita dopo partita, quella magnifica annata, unendo alle storie dei calciatori amatoriali le domeniche calcistiche della massima serie, nonché alcune vicende dell’Us Piazza al Serchio. Inoltre sono presenti alcuni cenni di cronaca di quel tempo come il famoso allarme terremoto del 1985. Sarà presentato giovedì 15 luglio, alle 21, a Pieve Fosciana, al chiosco del convento. L’incontro verrà organizzato dalla Uisp Garfagnana in collaborazione con il Comune.

La storia è narrata in prima persona da Andrea Campoli, allenatore di quella squadra e dal ‘piccolo’ Renzo che seguì con gli occhi di un bambino l’intera storia fatta di amicizia sfida e tanta passione.

In questo libro anche un altro racconto di vita vissuta dal titolo Campanari, priore e chierichetti che aiuta il lettore a conoscere la vita di Sant’Anastasio tra riti, cerimonie e lo scorrere ciclico della vita di un mondo oggi perduto. Storie di come le campane suonate a mano da tre campanari, uno per ciascuna campana, annunciavano alla comunità vita, morte e anche aspettativa di miracoli. A secondo di come suonava la campana si capiva e ancora si capisce chi era morto; se uomo, donna o bambino. Storie di Priore, le quali erano due ragazze in età da marito che prestavano servizio in chiesa per un anno intero. Storie di chierichetti, discoli per natura, con tutte le vicissitudini vissute in quel tempo. Un fluire veloce di eventi che riportano la mente a rivivere quei momenti pieni di gioventù e spensieratezza.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.