Quantcast

Iam festival, il jazz e la classica tornano nelle piazze di Castelnuovo

Un mese di eventi con doppio omaggio ad Astor Piazzolla

Jazz e classica si mescolano ancora una volta a Castelnuovo Garfagnana, con un mese di eventi per la XIX edizione dell’International academy of music festival Italia. Dal 25 giugno al 25 luglio a Castelnuovo e in molte altre location del territorio per celebrare la voglia di fare musica insieme. Il calendario di quest’anno, oltre a celebrare il compositore argentino di origini garfagnine Astor Piazzolla con due appuntamenti (8 e 11 luglio), porta in Garfagnana per la prima volta in assoluto una esecuzione pubblica di una delle sinfonie più famose al mondo, la quinta di Beethoven (2 luglio).

Sono 17 in tutto i concerti, la maggior parte dei quali a ingresso libero, in cui ospiti del festival, musicisti docenti e i migliori allievi fanno risuonare teatri, chiese e spazi del territorio. La tradizionale componente jazzistica del cartellone si fa sentire forte con il concerto jazz crossover del quartetto Sonata Islands (25 giugno) e con l’etnojazz dell’Esperanto Trio (17 luglio), poi per il Puccini Jazz Day in collaborazione con il Conservatorio di La Spezia e per chiudere in bellezza con Fabio Boltro in quartetto (23 luglio).  Da segnalare l’evento di chiusura con il Trio Lanzini: Musica in salotto (25 luglio).

Non solo concerti: l’International academy of music Italia (Iam Italia) offre corsi di perfezionamento con docenti di fama internazionale a giovani musicisti provenienti da tutto il mondo, anche se quest’anno a causa della pandemia i docenti sono solo italiani e gli allievi provengono dall’Italia e dalla Germania, oltre ad animare il centro storico di Castelnuovo e altri bellissimi luoghi di interesse della Garfagnana e Mediavalle con concerti che spaziano dalla musica classica o sacra alle avanguardie, promuovendo la cultura della buona musica con moltissimi eventi gratuiti all’aperto. Sette gli eventi dello spazio giovani: le date in cui i giovanissimi si mettono alla prova su veri palchi con un vero pubblico.

A presentare questa edizione del festival internazionale sono Andrea Tagliasacchi, sindaco di Castelnuovo Garfagnana e presidente dell’Unione dei Comuni della Garfagnana, Silvia Lucchesi, assessore alla cultura del Comune di Gallicano, Vittorio Armani dell’organo di indirizzo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Andrea Guidi, Ad di Impresa Costruzioni Spa Guidi Gino, Piero Gaddi, direttore organizzativo del festival.

L’evento è organizzato dalla Scuola Civica di Musica di Castelnuovo di Garfagnana e rientra nel progetto regionale La Toscana dei festival. L’International academy of music festival è uno dei tre festival europei affiliati al celebre Summit music festival di New York, evento di riferimento internazionale nel quale musicisti classici e didatti tra i più prestigiosi d’America, d’Europa e non solo.

“Voglio ringraziare tutti coloro che sono venuti qui per partecipare a questa presentazione – dichiara Andrea Tagliasacchi, sindaco di Castelnuovo Garfagnana e presidente dell’Unione dei Comuni della Garfagnana -. Un ringraziamento speciale va a Fondazione cassa di risparmio di Lucca, senza la quale questo festival non sarebbe stato realizzabile, ma anche ad Andrea Guidi sempre molto vicino alla comunità della Garfagnana. Sette anni fa, alla prima elezione, già conoscevo Piero Gaddi, direttore del festival, ma solo da quando sono sindaco ho capito quanto fosse l’importanza di questa manifestazione. I motivi principali di tale importanza sono due: il primo è che si tratta di un festival radicato sul territorio, grazie alla Scuola Civica di musica di Castelnuovo, che offre una formazione di altissimo livello, facendo si che l’evento non sia episodico ma sia ben consolidato. Il secondo motivo è che, nonostante sia radicato sul territorio, la manifestazione non ha un carattere provinciale ma ha addirittura una dinamica internazionale. In un momento di ripartenza come quello di oggi, occorre rafforzare le offerte degli eventi del territorio, per un rilancio immediato di tutti i settori”.

Silvia Lucchesi, assessore alla cultura del Comune di Gallicano, dichiara: “Questi tipi di eventi sono importanti per l’intrattenimento e offrono anche ai giovani un’alternativa per approcciarsi alla musica e scoprire qualcosa di più sul nostro territorio”.

“Fondazione cassa di risparmio di Lucca crede molto nel valore culturale della musica – dice Vittorio Armani rappresentante dell’organo di indirizzo di Fondazione -. Dopo un anno di rallentamento nei rapporti riprendere queste manifestazioni è un vero piacere e sono convinto che questo festival avrà un grande seguito”.

Il festival ha il sostegno dei Comuni di Castelnuovo di Garfagnana, Gallicano, Pieve Fosciana, Villa Collemandina, Fosciandora e Borgo a Mozzano, della Regione Toscana, dell’Unione dei Comuni della Garfagnana, della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e di Impresa Costruzioni Spa Guidi Gino e in collaborazione con il Conservatorio Puccini di La Spezia.

“Ringrazio tutti gli amministratori e Fondazione cassa di risparmio di Lucca per la fiducia concessa per la realizzazione di questo festival, che rappresenta una realtà molto più grande, che è appunto, la Scuola Civica di musica di Castelnuovo che ci sta lavorando – aggiunge il direttore organizzativo del festival Piero Gaddi – La manifestazione ha un ampio calendario della durata di un mese in cui verranno presentati 17 concerti in 6 comuni differenti della Garfagnana. Per il suo svolgimento e per l’ampiezza dei contenuti proposti ci siamo rivolti a molti volontari e siamo convinti che ci sia bisogno del loro coinvolgimento anche nelle manifestazione di carattere culturale. International academy of music festival Italia giunge alla sua diciannovesima edizione, ed è un traguardo molto importante e nasce dalla collaborazione di vari comuni della Garfagnana, Regione Toscana e il conservatorio ‘Giacomo Puccini di La Spezia. Il programma del festival non si concentrerà solo sugli spettacoli, dopo un anno di pausa abbiamo deciso di riprendere la parte didattica. Quest’anno un gruppo di allievi italiani e tedeschi con 5 insegnanti verranno da noi per una settimana e sarà a loro dedicata lo spazio giovani – conclude -. Il resto del programma si dipana tra musica jazz e musica classica con una piccola parte dedicata anche ai territori di mezzo come i due appuntamenti dedicati a Astor Piazzolla”.

Il festival rientra anche nella programmazione di Vivi Castelnuovo e per la prima volta collabora con townforyou, piattaforma nata per supportare e fare conoscere le realtà in crescita sul territorio.

Per gli eventi con biglietto, ingresso intero 10 euro, ridotto 5 per i soci della scuola civica di musica di Castelnuovo di Garfagnana e per gli under 25; prenotazioni via whatsapp al numero 388.4671502. Sarà possibile prendere parte agli eventi gratuiti all’aperto compatibilmente con il mantenimento del distanziamento sociale, mentre tutti gli eventi in location chiuse saranno accessibili su prenotazione fino al raggiungimento della massima capienza consentita.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.