GIovedì al Museo, incontro sui nomi delle creature fantastiche della tradizione abruzzese e molisana

L'appuntamento si terrà online ed è fissato per l’8 aprile alle 21

Il museo italiano dell’immaginario folklorico di Piazza al Serchio dedica il prossimo incontro dei Giovedì al Museo alla scoperta delle figure dell’immaginario di due regioni del sud Italia: l’8 aprile alle 21 si terrà l’incontro online I nomi delle creature fantastiche della tradizione popolare abruzzese e molisana a cura di Davide Boccia.

Per assistere all’evento compilare il modulo al link https://bit.ly/museoaprile per ricevere l’indirizzo necessario al collegamento.

La ricerca intende essere una raccolta sistematica dei nomi popolari delle creature fantastiche in area abruzzese e molisana, prima opera in assoluto di tipo lessicografico inerente la nomenclatura dialettale degli esseri fantastici dell’Abruzzo e del Molise. La quasi totalità dei tipi lessicali presi in considerazione in questo lavoro è stata attinta dal dizionario abruzzese e molisano (1968-1979) di Ernesto Giammarco, che costituisce la più grande opera lessicografica mai realizzata sui dialetti parlati in Abruzzo e Molise. Tra le motivazioni che hanno portato alla elaborazione di questo studio non c’è soltanto quella di raccogliere il più alto numero possibile di termini, ma anche quella di descrivere e analizzare i principali esseri immaginari della tradizione popolare abruzzese e molisana.

Giovedì al museo presentazione libro di Davide Boccia

Davide Boccia, originario di Opi (Aq), insegna lingua e letteratura italiana e storia alle scuole superiori. Laureato con una tesi in dialettologia dal titolo “Descrizione linguistica del dialetto di Opi”, conduce diverse ricerche sul patrimonio culturale dell’Alto Sangro, concentrandosi particolarmente sui dialetti e sulla toponomastica.

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.