Giovedì al museo, doppio appuntamento online: si parla dei dialetti

Gli eventi sono organizzati dal museo italiano dell’immaginario folklorico di Piazza al Serchio

Un nuovo (doppio) appuntamento online con il dialetto per i Giovedì al Museo, organizzati dal Museo Italiano dell’Immaginario Folklorico di Piazza al Serchio: il 21 e il 28 gennaio, alle 21, Daniele Vitali parlerà, in diretta da Bruxelles, dei rapporti fra lingue e dialetti neolatini, con un’attenzione particolare per la Toscana occidentale e l’Emilia-Romagna montana.

Per assistere all’evento compilare il modulo al link: bit.ly/gennaiomuseo per ricevere l’indirizzo necessario al collegamento.

Nel primo incontro di Dialetti emiliani e dialetti toscani – introduzione si tratterà delle lingue e dei dialetti parlati in Italia, anche con l’aiuto di diverse cartine, per passare poi ai dialetti dell’Emilia-Romagna e della Toscana, vedendo come sono ripartiti e che rapporti hanno tra loro e con l’italiano. Si vedrà perché anche il toscano centrale con la h è un oggetto legittimo della dialettologia e in cosa si differenziano da quel modello il lucchese e i dialetti garfagnini. Si presenteranno inoltre brevemente alcune questioni da trattare nel secondo incontro, come la posizione dei dialetti lunigianesi e del massese e, in generale, i criteri della classificazione dei dialetti.

Daniele Vitali, nato a Bologna nel 1969, è un traduttore e dialettologo che si è interessato in particolare del bolognese e degli altri dialetti emiliano-romagnoli. Nel 2020 ha pubblicato un libro in quattro volumi intitolato “Dialetti emiliani e dialetti toscani – Le interazioni linguistiche fra Emilia-Romagna e Toscana e con Liguria, Lunigiana e Umbria” (Pendragon Edizioni).

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.