Cambia il Padre Nostro: il nuovo testo della preghiera in vigore dalla prima domenica dell’Avvento

Il versetto non indurci in tentazione lascia il posto a non abbandonarci alla tentazione. La modifica è stata voluta dal sommo pontefice

Un nuovo Padre Nostro. La preghiera, nella sua nuova versione, da domenica prossima (29 novembre), prima domenica dell’Avvento, entra in vigore nella maggior parte delle diocesi d’Italia con il nuovo messale. Per le altre ci sarà tempo fino a Pasqua 2021.

Il versetto non indurci in tentazione lascia il posto a non abbandonarci alla tentazione.

La modifica, che riguarda la traduzione dal testo originale in greco antico, ed è stata voluta dal sommo pontefice, papa Francesco, è già stata adottata da altre conferenze episcopali nelle loro lingue.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.