Treni, il personale di bordo incrocia le braccia: “In Toscana adesioni oltre il 70%”

Numerose le cancellazioni nella giornata di oggi (9 settempre). Uiltrasporti: "Le aggressioni sono aumentate e non possiamo più girarci dall’altra parte"

“In Toscana adesioni oltre il 70%”. A rendere note le cifre della partecipazione allo sciopero indetto per la giornata di oggi (9 settembre) è Uiltrasporti, che qualche giorno fa insieme a Cgil, Fit Cisl, Ugl Ferrovieri, Fast Confsal e Orsa reni aveva lanciato la manifestazione per protestare contro le aggressioni subite dal personale a bordo dei treni.

“Ringraziamo i lavoratori per questa massiccia mobilitazione, che testimonia come il tema sia molto sentito e attuale – spiega Leonardo Mugnaini della Uiltrasporti Toscana -. Siamo sempre stati in prima linea per contrastare un fenomeno che sta dilagando. In questi ultimi anni – grazie anche a un clima politico e sociale che si è fatto via via più cupo e pesante – le aggressioni a bordo dei treni sono aumentate e non possiamo più girarci dall’altra parte. Per questo abbiamo scelto di scioperare oggi: per ribadire che servono politiche serie e concrete per porre argine al fenomeno che mette quotidianamente a repentaglio l’incolumità di lavoratrici e lavoratori e degli stessi utenti. E’ assolutamente prioritario porre un argine efficace e immediato alle aggressioni”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.