Quantcast

Tampone per accedere agli ospedali per chi ha due dosi, è polemica in Valle

La denuncia di Fantozzi (Fdi): "Viene richiesto a chi ha due dosi perché nel 2021 ha contratto il virus"

E’ polemica per le procedure di accesso di parenti e visitatori agli ospedali di Barga e Castelnuovo Garfagnana, dove a chi ha solo due dosi di vaccino anticovid viene chiesto un tampone.

A denunciarlo è il consigliere regionale di Fdi, Vittorio Fantozzi: “Bisognerebbe rivedere regolamenti anti-Covid, un po’ troppo rigidi visto che l’emergenza sanitaria è terminata lo scorso 30 aprile, per poter far visita ai pazienti ricoverati nei reparti. Negli ospedali della Garfagnana e Mediavalle, oltre ad entrare a giorni alterni, un parente/visitatore deve essere dotato di green pass, ma chi è stato positivo nel 2021 e, per legge, ha ricevuto solo due dosi è costretto ad effettuare il tampone per accedere negli ospedali, tamponi validi per sole 48 ore.  Diventa un salasso per una bella fetta di persone. Perché costringere i cittadini, per accedere negli ospedali, a doversi sottoporre a tamponi a pagamento? Perché l’Asl non dispone tamponi gratuiti all’ingresso degli ospedali della Garfagnana e Mediavalle?”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.