Quantcast

Con l’Epifania arrivano piogge e brusco calo delle temperature previsioni

Neve anche a quote localmente collinari e clima puramente invernale già dalla giornata di domani (5 gennaio)

Dopo giorni dominati dall’alta pressione e da un clima decisamente mite ecco che una perturbazione è pronta a riportare la normalità sul nostro paese. Le piogge bagneranno gran parte d’Italia e tornerà anche la neve a quote localmente collinari a conferma di un brusco calo termico. Queste le previsioni per i prossimi giorni di 3bmeteo.

Si parte già domani (5 gennaio) in mattinata. Durante le ore mattutine la perturbazione porterà piogge anche abbondanti su tutto il nord Italia in particolare tra Liguria, Lombardia, Emilia, Prealpi e alte pianure venete e Friuli Venezia Giulia. Resteranno più in ombra invece il Piemonte e la Valle d’Aosta dove ci aspettiamo delle pioviggini e qualche pioggia più convinta sulle aree orientali piemontesi. Nevicate in Trentino Alto Adige al di sopra dei 900-1200 metri. Tempo stabile al sud, piogge dalla tarda mattinata in Toscana. Temperature in calo al nord, stazionarie al centro, in aumento al sud.

Nel pomeriggio ancora piogge e rovesci moderati, a tratti abbondanti, su Lombardia orientale, Trentino, Liguria di Levante, Triveneto, Emilia Romagna, Toscana e Lazio. Pioviggini sul Nord delle Marche e della Campania, stabile e soleggiato su nord Piemonte, Valle d’Aosta, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Variabile in Sardegna. Neve sulle Alpi fino a 400-700 metri. Brusco calo termico al nord. In serata neve fino a 300-500 metri al nord, fino a 700-900 metri sull’Appennino settentrionale. Temperature in ulteriore calo al nord e al centro, stazionarie al sud.

Attenzione al forte vento di libeccio sulle coste tirreniche centrali. In serata raffiche burrascose di bora sull’alto Adriatico e di Tramontana in Liguria. Forte vento di scirocco sull’Adriatico Centro-meridionale, da Ovest in Sardegna. Mari generalmente molto mossi.

Nel giorno dell’Epifania fase di maltempo in graduale esaurimento anche se resisterà dell’instabilità specie sul centro Italia. Piogge sparse specie su Romagna, Toscana, Umbria, Lazio e Abruzzo. Pioviggini isolare su nord Sardegna, Puglia, Molise e Campania. Soleggiato altrove, in particolare al nord-ovest e sulle Alpi. Nevicate dai 500-700 metri sull’Appennino centrale. Temperature in calo ovunque, soprattutto nei valori minimi, possibili gelate nelle pianure settentrionali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.