Quantcast

Difficoltà a prenotare i tamponi molecolari, l’Asl: “Troppe richieste inappropriate”

Sotto stress le strutture sanitarie: "Attenetevi alle normative"

Difficoltà a prenotare i tamponi molecolari, interviene l’Asl Toscana nord ovest. Secondo l’Azienda sanitaria, infatti, a rallentare il già considerevole e crescente numero di richieste legati al dilagare della variante Omicron, sarebbero le tante domane di test considerate ‘inappropriate’ perché non previste dalla normativa.

“Come rilevano i diversi professionisti impegnati giornalmente nell’organizzazione dei servizi, si riscontrano molti casi di richieste inappropriate che vanno ad aggiungersi al già considerevole numero di esami determinati per effettuare la diagnosi in persone con sintomi e per certificare la guarigione, necessaria per il rientro al lavoro – spiegano dall’Azienda sanitaria -. Per questo chiediamo attenzione e raccomandiamo ai cittadini di richiedere il tampone molecolare solamente nei casi previsti dalla normativa e cioè per i quesiti diagnostici e per certificare la guarigione. La richiesta inappropriata di tamponi impedisce, a chi ne ha realmente bisogno, di prenotare la prestazione e causa un iperafflusso. Rinnoviamo inoltre l’invito a non recarsi in pronto soccorso, se non è strettamente necessario, ma a contattare il medico curante che potrà indirizzare il paziente nel percorso più idoneo e a non presentarsi ai drive senza la prenotazione effettuata sul portale regionale”.

La situazione generale e la maggiore contagiosità della nuova variante ha infatti portato a un eccesso di domanda e ha messo sotto stress tutte le strutture sanitarie.

“Anche un eventuale aumento dei drive through non porterebbe i risultati sperati a causa dell’impossibilità dei diversi laboratori (Livorno, Lucca e Pisa), che processano circa 4 mila esami al giorno, di analizzare in tempi rapidi il grande numero di tamponi che da giorni stanno saturando la capacità di produzione dei  macchinari con il conseguente aumento dei giorni necessari per la refertazione e la diminuzione delle scorte di reagenti – spiegano ancora dall’azienda -. La variante Omicron sta dilagando in tutta Italia mettendo a dura prova il sintema di effettuazione dei tamponi, in particolare in questi giorni di feste. Anche in Toscana, al pari di quanto accade nelle altre regioni, è spesso difficile prenotare un tampone molecolare, nonostante le singole Asl stiano mettendo in campo diverse azioni per aumentare la capacità ricettiva dei vari drive through. Nell’ultima settimana sono stati processati, nella Asl Toscana nord ovest, 24 mila tamponi molecolari e i laboratori sono riusciti a garantire il referto entro le 24 ore, un dato che dimostra come tutto il sistema stia lavorando a ritmi serrati per soddisfare al meglio le richieste della popolazione”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.