Quantcast

Treni a lunga percorrenza e aerei, scatta l’obbligo del green pass

Da domani entra in vigore la nuova normativa

Scattano domani (1 settembre) alcune limitazioni nell’utilizzo di alcuni mezzi pubblici a causa dell’emergenza di coronavirus.

Fino al 31 dicembre – data di cessazione dello stato di emergenza -, è obbligatorio avere il green pass (che si ottiene 15 giorni dopo la prima dose di vaccino; con attestazione avvenuta guarigione da Covid o un tampone rapido o molecolare negativo eseguito nelle 48 ore precedenti al viaggio) per utilizzare aerei; navi e traghetti interregionali, ad esclusione di quelli impiegati per i collegamenti marittimi nello Stretto di Messina; treni a lunga percorrenza come Intercity, Intercity notte e alta velocità; autobus che collegano due o più regioni; autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente, ad esclusione di quelli impiegati nei servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale. Non c’è alcun obbligo di green pass per utilizzare il trasporto pubblico locale.
L’obbligo di green pass non si applica ai soggetti esclusi per età dalla campagna vaccinale (sotto i 12 anni) e a coloro che sono esenti sulla base di idonea certificazione medica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.