Quantcast

Automedica a Barga, l’Asl: “Nessun servizio smantellato. A settembre tutti i turni sono coperti”

La risposta dell'azienda sanitaria all'opposizione: "Il livello dei servizi in Valle è adeguato alle esigenze della popolazione"

Nessun servizio è stato smantellato e il livello dei servizi sanitari in Valle del Serchio è adeguato alle esigenze della popolazione, che può rivolgersi alle strutture territoriali e ospedaliere con la garanzia di trovare assistenza e cura in caso di bisogno”. Lo evidenzia l’azienda Usl Toscana nord ovest a seguito di quanto affermato dal gruppo politico Progetto Comune in merito alla nuova organizzazione dell’automedica di Barga.

Progetto Comune: “Automedica a Barga, ancora silenzio assoluto”

“Esiste, questo sì – prosegue la nota -, una carenza generalizzata di professionisti, ma si tratta di un problema a livello nazionale e considerare le difficoltà della sanità territoriale come un problema locale, vuol dire non avere idea della situazione complessiva, che è davvero molto complessa e delicata. L’Azienda ha ben presente la criticità legata alla carenza di personale medico per l’emergenza-urgenza, che da tempo caratterizza il sistema 118 e le strutture di Pronto soccorso e sta cercando di attuare modelli organizzativi comunque efficaci e in grado di fornire garanzie alla cittadinanza, sempre in accordo e in costante collaborazione con le istituzioni locali. In questo senso, dal mese di maggio 2021 ad oggi è stato necessario trasformare, temporaneamente, l’automedica di Barga in ambulanza infermieristica ma soltanto in alcuni turni notturni e mai, come è stato erroneamente affermato, in orario diurno. Intanto per il mese di settembre 2021 sono stati elaborati i turni, che sono tutti coperti”.

“Questa momentanea trasformazione – prosegue l’Asl – è stata realizzata mantenendo tutto il sistema dell’emergenza-urgenza della Valle del Serchio in piena sicurezza, come dimostrano gli ottimi risultati ottenuti nella gestione dei circa 60 interventi svolti dagli equipaggi infermieristici in questo periodo che comprendono anche tre centralizzazioni sull’ospedale di Lucca per patologie tempo dipendenti. Per quanto riguarda la posizione regionale sulla questione, si evidenzia che esiste una delibera della Regione Toscana nella quale si stabilisce che, relativamente al servizio 118, verrà avviato a breve un tavolo di confronto“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.