Quantcast

Attesi in Toscana i primi arrivi di rifugiati dall’Afghanistan

Dopo dieci giorni di quarantena inizierà la fase vera e propria dell’accoglienza

Sono attesi questa sera in Toscana i primi arrivi di rifugiati dall’Afghanistan.

“Si tratta di circa cento persone, altri arriveranno nei prossimi giorni – spiega il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani – Siamo in costante contatto con il ministero della Difesa e con la Protezione civile nazionale”

Dopo dieci giorni di quarantena inizierà la fase vera e propria dell’accoglienza, con riferimento sia ai comuni ospiti che alle strutture utilizzate, che sarà comunque coordinata dai prefetti nell’ambito del Sistema di accoglienza e integrazione (Sai), il programma nazionale che già vede in Toscana la presenza di 1500 profughi da zone a rischio di vari paesi.

“La protezione civile regionale –  precisa Giani, fornirà tutto il supporto necessario in collaborazione con le istituzioni sul territorio. Abbiamo dato fin da subito la nostra disponibilità ad accogliere i rifugiati, nel rispetto della tradizione di accoglienza e di organizzazione della Toscana”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.