Quantcast

Canile sequestrato a Molazzana, Firenze raccoglie l’appello dell’Anci e accoglie i primi otto cani

L'assessore Del Re: "Non appena li avremo dati in affido potremo ospitarne altri otto"

Il comune di Firenze è stato il primo a rispondere all’appello dell’Anci a ospitare gli animali del canile abusivo privato sequestrato a Molazzana. I primi otto amici a quattro zampe sono arrivati al Parco degli animali di Ugnano dove stanno ricevendo le opportune cure per poi essere dati in affido e poter accogliere altri otto animali.

Cani sequestrati a Molazzana, l’appello di Biffoni: “Adottateli, il Comune non ce la fa”

Molazzana, 61 cani in pessime condizioni in una struttura abusiva: scatta sequestro e denuncia

“Stiamo curando i primi otto cani accolti al Parco degli animali dopo il sequestro del canile abusivo di Molazzana – ha detto l’assessore all’ambiente Cecilia Del Re -. Una vicenda terribile che ha coinvolto 61 poveri animali, per i quali Anci Toscana ha lanciato un appello ai comuni: attraverso la struttura del Parco abbiamo risposto all’appello del presidente Biffoni per offrire cure a questi animali e trovar loro una casa. Non appena li avremo dati in affido potremo ospitarne altri otto”

La struttura abusiva privata è stata chiusa e sequestrata da Asl e carabinieri; è stata aperta un’inchiesta penale e gli animali sono stati di fatto affidati al Comune. Molazzana, piccolissimo comune della Garfagnana, che non ha le risorse necessarie per assicurare un degno futuro a queste creature, se non rischiando il dissesto finanziario. Da qui il grido di aiuto del sindaco di Molazzana Andrea Talani e del presidente Anci Toscana Matteo Biffoni ai comuni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.