Quantcast

Covid, via alle vaccinazioni dei familiari di ragazzi vulnerabili e dei caregiver

Non dovranno prenotarsi invece le persone con gravi patologie

“Le persone con gravi patologie (oncologiche, autoimmuni e con immunodeficienze primitive, con malattie neurologiche, trapianto di organo solido e di cellule staminali emopoietiche) saranno contattate dalle strutture sanitarie e non devono effettuare la prenotazione sul portale”. Lo dice il presidente della Regione Toscana, Enrico Giani spiegando le procedure per il prosegue della campagna vaccinale contro il coronavirus.

“Le persone con gravi patologie e disabilità (che rientrano nelle altre aree del piano nazionale del Governo) già registrate sul portale – spiega -, riceveranno uno specifico avviso per prenotarsi appena le dosi arriveranno in Toscana. I vaccini utilizzati saranno Moderna. Iniziamo a vaccinare anche i familiari e caregiver di oltre mille ragazze e ragazzi estremamente vulnerabili di età compresa fino a 16 anni (per il momento non vaccinabili) già registrati sul portale. Saranno contattati direttamente dalle Aziende sanitarie e il vaccino sarà AstraZeneca”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.