Inchiesta Vagli, di nuovo ai domiciliari l’ex sindaco Mario Puglia

Eseguita dai carabinieri l'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del tribunale di Lucca

Nuovi guai per l’ex sindaco e vicesindaco di Vagli di Sotto, Mario Puglia. Il politico è stato posto oggi (15 febbraio) agli arresti domiciliari dai carabinieri sulla base di una nuova ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del tribunale di Lucca.

Un provvedimento che è sempre legato al filone di inchiesta sugli appalti affidati ad aziende amiche secondo il cosiddetto ‘Sistema Vagli’.

Puglia, infatti, secondo il Gip, non avrebbe ottemperato alle limitazioni previste in attesa della conclusione del procedimento a suo carico e si sarebbero riproposte le motivazioni per cui era stata emessa la prima ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari, poi revocata dal tribunale del riesame, in particolare il pericolo di ‘reiterazione del reato’. Secondo quanto ricostruito dalle indagini, infatti, Puglia avrebbe continuato ad esercitare in queste settimane pressione sull’attività amministrativa dell’ente.

Appalti a familiari e amici a Vagli, 5 arresti: ai domiciliari anche il vicesindaco Puglia

Un nuovo capitolo della vicenda Vagli che arriva proprio pochi giorni dopo l’annuncio in consiglio comunale del sindaco Giovanni Lodovici, che aveva comunicato a consiglieri e cittadini collegati online dell’imminente reintegro in Consiglio di Mario Puglia. Una comunicazione, va detto, che ha scaturito un botta e risposta tra il leader dell’opposizione Mario Giuseppe Coltelli e lo stesso Mario Puglia.

Coltelli: “Puglia non torna in Consiglio a Vagli, è interdetto dai pubblici uffici”

Caso Vagli, l’ex vicesindaco Puglia: “Comune obbligato al reintegro in Consiglio”

Adesso il nuovo provvedimento, con Mario Puglia di nuovo agli arresti domiciliari e sospeso dal consiglio comunale. L’opposizione ora intende incalzare il sindaco Lodovici in merito agli ultimi fatti ed annuncia una nuova interrogazione.

Questo il commento del gruppo di opposizione, Per Vagli e Roggio, in serata: “Abbiamo appreso dell’arresto di questa mattina di Mario Puglia, così come riportato da diversi giornali. Per questo vogliamo invitare tutti i cittadini di Vagli a riflettere, sicuramente ricorderete l’articolo di qualche giorno fa del nostro leader Mario Giuseppe Coltelli che diceva che Puglia non sarebbe rientrato in consiglio, beh, permetteteci di dire che, anche se hanno cercato di smentirlo e denigrarlo in ogni modo fino ad arrivare a dire che non ha competenze legali, ci sembra di poter affermare che avesse proprio ragione. Cercate di ragionare da liberi cittadini ricordando queste situazioni e cominciate a riporre la vostra fiducia nelle persone che vi propongono la realtà e non le illusioni. Non siamo noi quelli fuori dal mondo come vi vogliono far credere, i fatti ci stanno dando ragione. Grazie al nostro Beppe che ci guida con pazienza e con coraggio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.