Morta a 96 anni la partigiana Nara Marchetti

Ha combattuto per la Liberazione, poi ha contribuito a divulgarne e non dimenticare i valori

Lutto nel mondo delle associazioni partigiane.

È scomparda a 96 anni Nara Marchetti. Nata a Pescia nel 1932, come si può leggere nel lemma a lei dedicato nell’encliclopedia delle donne a cura di Nadia Davini, da madre appassionata di cultura, padre socialista, lettore fervente, figurinaio emigrato da Guzzano (Bagni di Lucca) in Argentina.

Si forma con i genitori e i nonni, tra Pescia e Bagni di Lucca, per poi trasferirsi definitivamente a Lucca alla fine degli anni Trenta. Immersa in una cultura contadina, solidale e di mutuo soccorso, Nara apprende qui gli ingredienti centrali che guideranno le scelte più importanti della sua vita.

È stata una partigiana, ha fatto la Resistenza e combattuto in prima fila per la Liberazione. Poi ha combattuto per tutta la vita per affermare i diritti delle donne, per le conquiste civili e per difendere i più deboli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.