Covid, bar e ristoranti chiusi la domenica. Verso lo stop cinema e teatri

Tra le misure al vaglio la serrata dei centri commerciali nel fine settimana

E’ attesa una nuova stretta nelle misure contro il contagio da coronavirus, a livello nazionale. Il premier Conte, forse già in serata, dovrebbe darne comunicazione ufficiale, dopo il confronto a Palazzo Chigi con le forze di maggioranza e opposizione.

Da lunedì (26 ottobre), secondo quanto emerge dalla bozza del nuovo decreto in circolazione, chiuderanno palestre, cinema e teatri. L’altra misura al vaglio riguarda le attività commerciali e gli esercizi pubblici. In particolare tra le norme in discussione c’è la chiusura dei centri commerciali nel fine settimana.

La domenica e i festivi saranno chiusi anche bar e ristoranti che durante i giorni feriali dovranno chiudere alle 18 o alle 20, ma sull’orario si sta ancora discutendo.

Le scuole, invece, restano aperte ma alle superiori sarà aumentata la didattica a distanza fino al 75%. Chiuderanno anche i parchi gioco e divertimento, mentre restano chiuse discoteche e sale da ballo.

Altro nodo quello degli spostamenti: “fortemente raccomandato” non spostarsi al di fuori del proprio Comune ma non è chiaro se saranno limitati anche gli spostamenti tra regioni.

La bozza del decreto

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.