Due nuovi casi di isolamento fiduciario a Borgo a Mozzano

Il sindaco fa il punto: nessun nuovo contagiato dal covid-19 e nessun nuovo provvedimento di quarantena

Due nuovi casi di isolamento fiduciario ma nessun nuovo positivo e nemmeno nuove quarantene. Ad aggiornare la situazione legata all’emergenza Covid-19 per quanto riguarda il territorio del Comune di Borgo a Mozzano è il sindaco Patrizio Andreuccetti con l’ormai abituale videomessaggio rivolta alla comunità dalla sua pagina Facebook.

“Sono sempre tre le persone che hanno contratto il virus nel nostro Comune – aggiunge il primo cittadino – alle quali mando un grande abbraccio sperando che possano guarire al più presto”.

Andreuccetti ricorda poi tutti i bonus che dalla prossima settimana potranno essere ottenuti dai lavoratori autonomi, dalle partite Iva, dai lavoratori agricoli, dagli operatori del turismo e dello spettacolo: “Sarà possibile ottenere questi bonus andando direttamente sul sito dell’Inps dov’è possibile fare domanda attraverso una procedura semplificata – spiega Andreuccetti -. Fatelo quanto prima perché è un’opportunità molto importante”.

“Per quanto riguarda le auto – aggiunge ancora il primo cittadino – le revisioni che avrebbero dovuto essere fatte da qui al 31 di luglio sono tutte posticipate ad ottobre”.

C’è poi un messaggio a tutte le aziende del territorio che intendono riconvertire la loro produzione per mettere a disposizione della comunità dispositivi sanitari per la protezione individuale: “Lo possono fare ma devono comunicarlo alla Prefettura attraverso il sito internet”.

➡️ Nel Comune abbiamo due nuovi casi di isolamento fiduciario.Dalla prossima settimana saranno disponibili i bonus per partite iva e lavoratori autonomi.Restiamo uniti, perché uniti si vince 💪❤🌈

Publiée par Patrizio Andreuccetti sur Mercredi 25 mars 2020

“Dobbiamo stringere i denti e rispettare le regole. So che non è facile, che magari iniziamo ad essere nervosi ma dobbiamo fino in fondo rispettare le normative, non abbassiamo la guardia. Non mettiamoci l’uno contro l’altro: in questi giorni è capitato di ricevere messaggi di persone che, anche spazientite dal momento, tendono ad attaccare e a criticare gli altri. Io credo che sia importante mantenere l’unità e che questo è un momento difficile per ognuno di noi. Ci vuole tolleranza e rispetto da parte di ognuno di noi, se tutti rispettiamo le normative, vogliamo bene a noi stessi e anche agli altri. Vogliamoci bene, ne usciremo tutti insieme ma dobbiamo ancora pazientare”.

Anche il sindaco di Borgo a Mozzano, infine, fuga ogni dubbio dall’ipotesi ventilata nella giornata di ieri che le misure prese dal governo possano essere estese fino al 31 luglio: “Quella è solo la data che il governo ha indicato per la fine dello stato di emergenza. Ma il mese di aprile – conclude Andreuccetti – molto probabilmente sarà ancora un mese con delle restrizioni. Dobbiamo esserne consapevoli, con grande realismo ma sempre con la speranza che quando ne usciremo saremo una comunità più forte”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.