Parchi per il clima, tre interventi per l’efficientamento energetico in Garfagnana

Finanziamenti tramite il parco dell'Appennino Tosco Emiliano per lavori a Villa Collemandina, Sillano Giuncugnano e San Romano

Il ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare ha rilanciato per il 2020 il programma Parchi per il clima, finalizzato alla riduzione della Co2 in atmosfera e all’adattamento ai cambiamenti climatici, riservando al parco Tosco Emiliano un finanziamento di oltre 3,5 milioni di euro.

Il Parco Nazionale – che già lo scorso anno ha proposto un programma poi interamente finanziato – ha presentato ieri le proprie proposte candidando 18 progetti.

“Sono progetti concreti e circostanziati e vanno a migliorare boschi, edifici e trasporti – dichiara il presidente Fausto Giovanelli – I boschi sono la migliore tecnologia per catturare e trattenere C02. Sono la nostra Amazzonia, un patrimonio prezioso su cui investire con lungimiranza. Gli edifici e i trasporti, anche quelli pubblici sono le principali fonti di emissione. Operiamo su tutti e tre i temi con azioni concordate con gli enti locali, concrete ed emblematiche. È un’iniezione di risorse e innovazione, un “agire localmente pensare globalmente” che da slogan diventa realtà.”

“Alcune azioni – prosegue il direttore Giuseppe Vignali – riguarderanno tutto il territorio del Parco; quelle rivolte agli ecosistemi forestali interessano più del 70 per cento del territorio. Hanno un’ubicazione precisa quelle che riguardano l’efficientamento degli edifici, a partire dal Palaghiaccio di Cerreto Laghi che è uno dei più energivori all’interno del parco. Ci sono poi altri edifici come il rifugio Abetina reale nell’Appennino reggiano o il rifugio Miramonti a San Romano. Come richiesto dal bando 2020 è stata data inoltre priorità alle scuole con ben quattro edifici da rendere più efficienti: Comano, Filattiera, Villacollemandina e Licciana Nardi”.

I progetti per la mobilità sostenibile riguarderanno Corniglio, Sillano – Giuncugnano e Monchio delle Corti e consisteranno in piazzole e attrezzature per favorire la sharing mobility, saranno acquistati scuolabus per i comuni di Bagnone, Fivizzano e Monchio delle Corti oltre ad altre due auto elettriche per il parco nazionale.

Nel dettaglio gli interventi per la Garfagnana riguardano la riqualificazione energetica della scuola materna di Villa Collemandina, la riqualificazione energetica del rifugio Miramonti a San Romano, la realizzazione aree di sosta attrezzate riservate alla sharing mobility, nel comune di Sillano-Giuncugnano

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.