Commercio, saldi dall’1 agosto ma non sono vietate le vendite promozionali

Confcommercio ricorda le novità introdotte quest'anno dopo l'emergenza coronavirus

A causa del coronavirus, come noto, quest’anno i saldi estivi prenderanno il via il prossimo 1 agosto anziché – come da tradizione – il primo sabato di luglio. Confcommercio, nel ribadire questa scadenza e al tempo stesso questa importante novità temporale per un evento molto atteso come da tradizione da tutti i consumatori, coglie anche l’occasione per ricordare la grande novità di quest’anno. Ovvero sia, l’abolizione del divieto per i negozianti di poter svolgere vendite promozionali nei 30 giorni precedenti l’avvio dei saldi.

“Per cercare di venire incontro alle tantissime difficoltà dei negozianti del comparto abbigliamento  – spiega Confcommercio – è stato deciso di concedere loro una opportunità in più: quella di praticare le vendite promozionali nei 30 giorni antecedenti la data di inizio dei saldi, finora vietata. Naturalmente si tratta di una opzione e non di un obbligo, con l’auspicio che questa misuri incoraggi i consumatori a fare acquisti e rimettere in moto un volume di affari drasticamente interrotto dall’emergenza sanitaria del coronavirus e che ancora oggi, ad oltre un mese dall’inizio della cosiddetta fase 3, stenta a decollare di nuovo”.

“Ci preme sottolineare – aggiunge Confcommercio – la data di inizio dei saldi spostata all’1 agosto, perché raccogliendo i pareri di molte persone appare evidente il fatto che non tutti abbiano recepito questa importante novità. I saldi estivi non hanno mai avuto inizio ad agosto, ma l’emergenza ha costretto la Conferenza delle Regioni a rivedere tante cose fra le quali appunto il calendario dei saldi”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.