Medicina complementare, sospese le visite ambulatoriali

I professionisti sono impegnati nel servizio di sorveglianza sanitaria telefonica dei casi di cittadini covid-19 positivi

In questo momento di emergenza Coronavirus le visite ambulatoriali di medicina complementare sono sospese, tranne le urgenze, e i contatti con i pazienti sono solo telefonici.

Da lunedì 30 marzo i medici specialisti ambulatoriali e liberi professionisti che operano nel settore delle Medicine complementari dell’Asl Toscana nord ovest sono quindi impegnati a svolgere, in supporto ai colleghi dell’igiene pubblica e della Medicina dello sport, il servizio di sorveglianza sanitaria telefonica dei casi di cittadini Covid-19 positivi individuati dall’Igiene e messi in quarantena o in sorveglianza sanitaria (isolamento fiduciario).

In questa complessa situazione, infatti, è stato ritenuto doveroso contribuire in tutti i modi possibili allo sforzo che l’azienda sanitaria e tutto il sistema sanitario regionale toscano stanno compiendo per fronteggiare efficacemente il diffondersi dell’epidemia da Covid-19 e le sue gravi complicanze.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.