Elezioni regionali, in corsa anche il sindaco Giannini

Il primo cittadino di Fabbriche di Vergemoli potrebbe candidarsi con Fratelli d'Italia

Regionali, anche il centrodestra alle grandi manovre.

Sardine o non sardine, infatti, per la coalizione che va dalla Lega a Forza Italia, passando per Fratelli d’Italia e Cambiamo, c’è la volonta di giocarsi tutte le migliori pedine per l’appuntamento del prossimo anno. Ecco allora che diventano fondamentali anche le candidature a livello provinciali e nei vari partiti.

Stando ai sondaggi la parte del leone la dovrebbe fare la Lega, con il pieno di voti e di consiglieri. Ecco che allora un posto in lista diventa ambito. Di certo ci sarà la riconferma in lista della capogruppo uscente, Elisa Montemagni. Dubbi sulla candidatura alle regionali di Massimiliano Baldini, avvocato viareggino, che potrebbe puntare direttamente alle prossime elezioni legislative, sempre che non si apra un nuovo spiraglio per la poltrona di sindaco di Viareggio.

Non mancano, poi, coloro che ambirebbero a un posto in lista nella Lega, come già successo in passato, pur proveniendo da diverse esperienze nei partiti di centrodestra. Consensi portati al partito di Salvini, insomma, in cambio della corsa a una poltrona assai prestigiosa. Dovrebbe trovare un posto in lista, almeno di bandiera, anche Giovanni Minniti, consigliere comunale a Lucca per la Lega.

In Fratelli d’Italia è cosa praticamente certa la candidatura alle regionali di Vittorio Fantozzi, ex sindaco di Montecarlo e capo della ‘corrente della Piana’ del partito della Meloni, che in qualche modo deve trovare gli equilibri con i soggetti più vicini all’onorevole Riccardo Zucconi, leader del partito a livello locale vista la sua elezione a Roma. Fra i nomi papabili per Lucca c’è l’ex consigliere comunale Lido Fava e per la Valle del Serchio il sindaco di Fabbriche di Vergemoli, Michele Giannini.

Per Forza Italia i dubbi sono pochi. Si giocherà una elezione ‘a rischio’ il capogruppo uscente e segretario provinciale del partito, Maurizio Marchetti. Sarà, infatti, una corsa molto complicata visto che i consensi degli azzurri non sono certo, almeno nelle previsioni, quelli di cinque anni fa.

Non è escluso poi che, a parte i partiti tradizionali, il candidato governatore prescelto dal centrodestra possa avere anche una lista civica dalla sua che potrebbe pescare anche in personaggi della società civile della Lucchesia. Correrà alle elezioni anche Cambiamo, il partito del governatore ligure Toti, che ha in Simone Simonini il suo attuale coordinatore provinciale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.