Menu
RSS

Borgo, biblioteca aperta per 'My Flower'

988948 631884820275028 5991351810503080178 nLa biblioteca comunale Fratelli Pellegrini, centro socio culturale per tutto il territorio, resterà aperta al pubblico ed ai tanti visitatori in occasione del My Flower, nei giorni di sabato (13 aprile) e domenica (14 aprile) sia come sede mostre fotografiche e di disegno sia per visite guidate e percorsi assistiti. "E saranno - afferma Simona Girelli, coordinatrice di My Flower - la dottoressa Laura Magnani, bibliotecaria esperta e responsabile dell’ufficio cultura e l’attuale bibliotecaria responsabile dr.ssa Claudia Giannecchini con lo staff dottoressa Desire’ Cagnina, da Angelica Grandi e Irene Checchi, ad essere a disposizione del pubblico per ogni richiesta e spiegazioni necessaria seguire e ad accompagnare i visitatori nei vari settori di questa nostra biblioteca che possiede un patrimonio librario di qualità ed un patrimonio inestimabile di libri antichi".

"Le aperture straordinarie della Biblioteca, in occasione del My Flower, offrirà un’ulteriore opportunità per portare a conoscenza dei tanti visitatori l’importante patrimonio culturale rappresentato dal Fondo Pellegrini - sottolinea Simona Girelli – infatti il fondo, costituito nella seconda metà del XVII secolo, riunisce i libri appartenuti agli illustri membri della Famiglia Pellegrini giuristi, uomini politici e personalità significative della storia lucchese. La sua attuale organizzazione è opera di Francesco Maria Pellegrini che fra il 1889 ed il 1926 ordinò e arricchì il patrimonio, oggi costituito da circa 5123 volumi di cui due incunaboli una Divina Commedia commentata da Giovanni Landino e stampata a Venezia da Matteo da Parma nel 1493 e un Cicerone stampato a Venezia il 10 dicembre 1500, 425 cinquecentine rare e di pregio, basti ricordare la prima edizione della Gerusalemme Liberata, l’edizione veneziana del 1540 degli Asolani del Bembo, i Quattro libri dell’architettura di Palladio del 1581, l’opera omnia di Sant’Agostino e di Platone, e le 20 aldine di Aldo Manuzio, 505 seicentine, 1714 opere del settecento, 2011 dell’ottocento e 371 del novecento. Oltre ai volumi si conservano preziose miscellanee, stampe di pregio, carte geografiche e l’archivio di famiglia, di particolare rilevanza per la storia locale, composto da 97 faldoni di documenti. In occasione del My Flower sarà possibile visionare alcuni dei volumi di maggior pregio ed il personale sarà a disposizione per introdurre alla conoscenza del libro antico ed invitiamo – conclude la coordinatrice Girelli - ad approfittare di questo evento, che non spesso accade, per visionare libri antichi di oltre 500 anni fa e di così inestimabile pregio".

Ultima modifica ilSabato, 06 Aprile 2019 10:40

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Newsletter

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@serchioindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Il network

Lucca in Diretta negativo Cuoio in Diretta negativo