Menu
RSS

A Borgo si ricorda lo sterminio di rom e sinti

auschwitz gypsy prisoners 755x491Una mostra per ricordare lo sterminio di rom e sinti, una pagina poco nota della storia. Questo il tema della mostra che si terrà da domani (14 febbraio) al 23 febbraio a Borgo a Mozzano in via Roma 31 nei locali adiacenti al Salone delle Feste. La mostra dal titolo Porrajmos altre tracce sul sentiero per Auschwitz è realizzata in collaborazione con la Provincia di Lucca e la Scuola per la Pace nell’ambito del programma attuato in occasione del Giorno della Memoria 2018. 

Porrajmos è il termine – traducibile come divoramento - con cui le persone appartenenti alla minoranza linguistica rom e sinta indicano lo sterminio del loro popolo sotto il fascismo e il nazismo. Ricordare che cosa è stato il porrajmos è aggiungere un altro pezzo di memoria. Lo sterminio delle persone appartenenti alla minoranza linguistica in epoca fascista e nazista risulta essere l'unica, ovviamente con quella ebraica, dettata da motivazioni esclusivamente razziali: proprio come gli ebrei, infatti, rom e sinti furono perseguitati e uccisi in quanto razza inferiore destinata non alla sudditanza e alla servitù, ma alla morte. Per prenotazioni è possibile contattare lo 0583 82041.

Ultima modifica ilMartedì, 13 Febbraio 2018 16:29

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Newsletter

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@serchioindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Il network

Lucca in Diretta negativo Cuoio in Diretta negativo