Halloween, Orgoglio Comune: chiarezza su costi

Costi per la realizzazione di Halloween Celebration a Borgo a Mozzano, Orgoglio Comune vuole vederci chiaro e passa all’attacco. “La novità che non possiamo fare a meno di sottolineare – esordisce il gruppo di opposizione – è che per la prima volta, quest’anno le spese e le entrate dell’evento sono state pubblicamente illustrate nel Consiglio comunale del 14 novembre. Forse è l’ennesima coincidenza o forse, più probabile, è stata l’assillante nostra pressione a far uscire allo scoperto l’amministrazione. Il costo dichiarato dell’evento è di 111.000 euro circa ma, secondo i consiglieri di minoranza, non sono state considerate alcune voci che invece dovrebbero essere indicate. Ci sono infatti i 1.000 euro per la realizzazione della Notte nera, ci sono le decine, forse centinaia, di ore utilizzate dagli impiegati e operai comunali per realizzare la parte burocratica e pratica della festa che equivalgono ad altre migliaia di euro; ci sono poi voci che appaiono poco congrue come i soli 180 euro per la Siae o alcune, come quella per la pulizia straordinaria che si è resa necessaria e il cui costo non appare tra quelli elencati”.

“Ci viene da pensare – prosegue il gruppo di Orgoglio Comune – che i cittadini del Comune troveranno tale costo spalmato sulle loro bollette della Tari. Questi sono i numeri che si ripropongono ogni anno come ha ribadito lo stesso sindaco e che con una certa approssimazione continueranno a presentarsi anche nei prossimi. Quelle che vogliamo condividere – sottolineano i 4 consiglieri della minoranza – come abbiamo fatto anche in consiglio, sono alcune riflessioni, come i pochi se non nulli, i benefici che il territorio e i cittadini del Comune ricevono dall’evento, soprattutto per le attività ricettive che di anno in anno sono prenotate grazie ai Comics lucchesi (la riprova è che per far pernottare 13 artisti presenti la sera di Halloween si sono dovuti rivolgere alle strutture di Barga non essendoci posti in quelle borghigiane); le attività che si occupano di ristorazione e che hanno avuto il coraggio di restare aperte, sicuramente hanno avuto ritorni economici (dovrebbero contribuire allora forse all’evento?) oppure le 5/6 associazioni che sono riuscite a sfruttare l’occasione. Sull’aspetto inerente la promozione del territorio- spiega Orgoglio Comune – ognuno può pensare che la manifestazione sia più o meno utile senza possibilità di essere smentito. L’idea proposta ripetutamente dal sindaco di pensare ad un evento pomeridiano che aumenti le presenze, come un concerto di Cristina D’Avena in quanto già presente ai Comics, si scontra con il fatto che a Borgo a Mozzano si dovrebbe pagare per vedere un’artista che a Lucca si esibisce gratuitamente e nel suo contesto. Ma la domanda che ci facciamo è: cosa ha fatto l’amministrazione comunale in questi 5 anni per rilanciare un evento che complessivamente possiamo pensare sia costato 300.000 euro di soldi pubblici? Si può pensare di organizzare un evento così impegnativo in due mesi scarsi come è stato fatto quest’anno? Noi ci auguriamo che il lavoro di analisi e riflessione all’interno delle Commissioni consiliari inizi fin da subito per evitare che si continui, come accaduto in questi anni, ad investire importanti risorse con tanta superficialità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.