Cercano funghi e si perdono nei boschi di Nicciano

Ennesimo intervento su cercatori di funghi per il Soccorso alpino e speleologico toscano. I tecnici della stazione di Lucca sono stati attivati dai carabinieri per la ricerca di due donne che avevano perso l’orientamento in zona Nicciano, nel Comune di Piazza al Serchio.
Le stazioni del Soccorso alpino e speleologico possono contare su volontari che conoscono molto bene il territorio ed infatti, grazie alle indicazioni fornite telefonicamente è stata circoscritta l’area interessata e sono state date indicazioni precise per tornare rapidamente ed in sicurezza alla macchina.

Durante la giornata di oggi la stazione di Lucca ha risolto rapidamente con la stessa modalità un altro caso analogo a Colli-Stazzana.
La ricerca dei dispersi in territorio montano e impervio rappresenta un’attività primaria per il Soccorso Alpino e grazie alla tecnologia si sono ridotti i tempi utili alla localizzazione, non solo per la diffusione degli smartphone ma grazie anche all’implementazione di unità di ricerca dotate di software specifici gestiti da personale formato appositamente.
In questo contesto però rimane fondamentale la conoscenza del territorio da parte dei tecnici delle stazioni, che vivono nelle frazioni montane e sui quali si può contare per circoscrivere le aree di ricerca e raggiungere efficacemente il risultato in operazioni anche molto complesse

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.