Orario ridotto Poste Castelnuovo, Unione Comuni dice no

I sindaci dei Comuni componenti l’Unione Comuni Garfagnana, venuti a conoscenza che Poste italiane sta predisponendo una nuova razionalizzazione degli orari degli uffici postali che prevederebbe in Garfagnana la chiusura del turno pomeridiano dell’ufficio di Castelnuovo, hanno respinto a voti unanimi l’inaccettabile ipotesi di una ulteriore diminuzione dei servizi in Garfagnana: “Questa razionalizzazione sull’unica realtà della zona ad avere un servizio postale aperto anche nel pomeriggio – dicono i sindaci , peraltro avulsa da ogni forma di concertazione, avrebbe un ennesimo impatto negativo nei confronti del territorio dei Comuni ricompresi nell’Unione Comuni Garfagnana e sull’occupazione. L’Unione – in zona montana e rurale con circa 30mila abitanti – già subisce da tempo il disservizio di un recapito e di un servizio di Uffici postali aperti a giorni alterni e non può essere ulteriormente penalizzata con queste scelte, volte unicamente alla razionalizzazione di costi”.

“La logica dei costi e del mercato che oggi muove le scelte di ogni azienda, per una società come Poste Italiane – continua l’Unione Comuni –  che svolge servizi essenziali di pubblica utilità, non può e non deve tradursi con ulteriori contrazioni di orari pomeridiani agli sportelli”.
Da tempo sono in corso contatti e approfondimenti con Poste affinché il servizio postale, riconosciuto come diritto universale, sia garantito a tutte le comunità anche quelle più periferiche. Questa ipotesi di riduzione dei servizi andrebbe inevitabilmente ad incrinare il patrimonio di un’azienda come Poste il cui valore aggiunto più prezioso è la presenza capillare sul territorio. Per mettere in campo tutte le azioni necessarie a contrastare questa revisione, la giunta dell’Unione Comuni della Garfagnana chiede a Poste Italiane “il mantenimento dell’orario pomeridiano dell’ufficio postale di Castelnuovo Garfagnana, riservandosi contro l’eventuale prospettata decisione il ricorso al tribunale amministrativo regionale, coinvolgendo Regione Toscana, Provincia di Lucca e organizzazioni sindacali”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.