Per MyFlower anche la mostra ‘Oltre il dolore’

Una mostra fotografica alla biblioteca comunale Fratelli Pellegrini di Borgo a Mozzano. Il taglio del nastro si terrà sabato (13 aprile) dalle 10,30 a Palazzo Santini in piazza San Rocco, l’inaugurazione. La mostra Oltre il dolore di David Bonaventuri è un’iniziativa che il Comune di Borgo a Mozzano e l’Anmil (Associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalide del lavoro) di Lucca hanno organizzato in occasione di MyFlower 2019, una manifestazione che favorisce la cultura del verde e l’amore per le piante.

L’appuntamento, promosso grazie alla collaborazione dell’assessore Roberta Motroni e dello staff della biblioteca, vedrà la partecipazione del sindaco del Comune di Borgo a Mozzano Patrizio Andreuccetti e del presidente dell’Anmil di Lucca Max Mallegni insieme ad altre autorità e rappresentanti delle istituzioni locali.
La mostra – che potrà essere visitata sino a giovedì (18 aprile) – è stata realizzata anche grazie alla collaborazione del giovane regista Gianmaria Mallegni e del fondatore di Orizzonte degli eventi, ricerca intervento nelle organizzazioni Franco Simonini e vuole comunicare le conquiste delle persone con disabilità attraverso un percorso fatto di poesia e di emozioni che fanno riflettere e che invitano a partecipare alla costruzione di una nuova giustizia sociale. L’esperienza del sacrificio di una parte del corpo si trasforma, così, in nuova coscienza, in nuova percezione di sé e degli altri. Nella condivisione di tanto dolore si può trovare di fatto la gioia di veri rapporti fraterni costituiti da reali sentimenti: affetto, convivialità e, a volte, anche litigi che sono espressione di umanità vera. La natura, inoltre, soggetto fondamentale del fotografo, diviene il luogo nel quale l’uomo ritorna per ritrovare un contatto primordiale, fonte di serenità e di forza. Le immagini significativamente suggestive ricreano l’interezza uomo-natura.
La mostra è uno dei risultati del progetto Isp (Inserimento sociale personalizzato), realizzato dalla sede Anmil di Lucca e gestito dalla psicologa dell’associazione Vincenza Bruno e dal presidente territoriale Max Mallegni e promosso da Irfa (Istituto di riabilitazione e formazione dell’Anmil).
L’obiettivo generale del Progetto è stato la creazione di un percorso di consapevolezza e di sviluppo di competenze trasversali fondamentali per gestire e superare le difficoltà derivate da un infortunio, in particolare quelle relative ai cambiamenti nelle dinamiche relazionali e nella percezione del proprio ruolo sociale.
Per ulteriori informazioni sulla mostra è possibile contattare la sezione territoriale Anmil di Lucca ai numeri 0583.057473 – 336.702576.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.