Favola Mattiello: mille intrecci con Juve nel destino foto

Strani giochi con il destino, favole che solo il mondo dello sport sa raccontare. Il protagonista ha un nome e un cognome: Federico Mattiello. Il giovane classe ’95, originario di Borgo a Mozzano, dopo quel maledetto 8 marzo di tre anni fa (dove a seguito di un contrasto con il romanista Nainggolan, Mattiello riportò una frattura esposta di tibia e perone), è tornato a volare: domenica (23 settembre) il borghigiano ha fatto letteralmente impazzire lo stadio Dall’Ara. Mattiello è stato protagonista assoluto della quinta giornata di Serie A: l’esterno del Bologna ha segnato il primo gol in campionato in carriera, il primo gol della stagione dei rossoblu, ed ha spalancato la porta verso la prima vittoria degli uomini di Inzaghi con la Roma (leggi qui).

 

 

Strani giochi con il destino dicevamo: era l’8 marzo 2015, in campo Chievo-Roma. Una giornata nera per la carriera di Mattiello, che riportò un grave infortunio. Ma domenica (23 settembre), dopo tanta sfortuna, tutto si è ribaltato, con Federico che è tornato a brillare: il primo gol in Serie A, una vera e propria perla da vedere e rivedere, è stato messo a segno proprio contro la Roma. Un gol storico, che ha visto anche il riconoscimento del sindaco di Borgo a Mozzano Patrizio Andreuccetti: “Primo goal in serie A del borghigiano Mattiello e anche primo goal in assoluto di un borghigiano in serie A. Davvero complimenti”. Una giornata che non dimenticherà facilmente, con Mattiello che si è concesso un’esultanza alla Cristiano Ronaldo tra il delirio del pubblico e dei compagni di squadra. Il nuovo Mattiello riparte proprio da qui, da Cristiano Ronaldo: questa sera (26 settembre) il Bologna di Inzaghi affronterà la capolista Juventus di Allegri. Mattiello torna a casa, a Torino: il giovane borghigiano, infatti, è cresciuto nel settore giovanile della Juventus. Con i bianconeri ha esordito in Serie A il 9 novembre 2014 in Juventus-Parma (7-0), sostituendo Marchisio al 36′ della seconda frazione di gioco. Mattiello ricomincia da qui, dalla sua Juve: il destino lo riporta a Torino, in un momento speciale della sua carriera. Una partita a dir poco difficile: Mattiello è pronto a riprendersi gli applausi del suo pubblico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.