Pescaglia, celebrata la prima unione civile

“In nome della legge vi dichiaro unite civilmente”. È questa la frase, pronunciata dal sindaco Andrea Bonfanti, che lunedì scorso (12 marzo) ha sancito la costituzione della prima unione civile del Comune di Pescaglia. La cerimonia, che ha visto protagoniste due donne, è stata celebrata presso il “Molin della Volpe” a Gello.

“Sono onorato di aver costituito la prima unione civile di Pescaglia – commenta il sindaco, Andrea Bonfanti -. È stato un momento emozionante per due persone che finalmente hanno visto coronare il loro sogno. Al contempo è stato un momento storico per il nostro Comune, da sempre attento a queste tematiche. Non a caso nel 2015, a pochi mesi dall’insediamento dell’amministrazione comunale, avevamo istituto il registro comunale delle unioni civili. Grazie alla legge Cirinnà in Italia è stato introdotto in Italia il riconoscimento giuridico delle coppie dello stesso sesso. Una conquista molto rilevante sotto il segno della civiltà e, sopratutto, dell’amore tra due persone”.
La costituzione dell’unione civile è stata aperta dalla lettura da parte del primo cittadino delle norme di legge che regolano i diritti e i doveri, poi la celebrazione è proseguita con la formula di rito davanti a parenti e amici che hanno applaudito la coppia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.