Gallicano, i canali Ruffa e Barca tornano in sicurezza

I canali Ruffa e Barca, a Gallicano, tonano in sicurezza, grazie ai lavori che il Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord sta completando con le risorse da 275mila euro dell’Unione europea, intercettate sulla linea di finanziamento del piano di sviluppo rurale.

Sono infatti in corso i lavori sul torrente Barca, in due punti: alle pendici della località Olmo e in località Capannelle. Grazie a uno stanziamento complessivo che supera i 105mila euro, viene infatti recuperata la sponda del corso d’acqua, anche grazie alla realizzazione di gabbionate e scogliere. Sul torrente Ruffa, in località Verni, sono invece appena terminati i lavori, per un investimento complessivo di 167mila gli euro, per il recupero di una frana, la riprofilatura del versante e la rimozione dei detriti presenti che erano precipitati nell’alveo. Tutto questo anche a protezione dell’importante allevamento ittico, posto alle pendici del corso d’acqua, e che era seriamente minacciato dalla frana.
“A Gallicano, grazie agli stanziamenti dell’Unione Europea, la sicurezza genera bellezza – sottolinea il presidente del Consorzio, Ismaele Ridolfi – Questi due interventi sono realizzati con i finanziamenti intercettati sul piano di sviluppo rurale: si tratta quindi di risorse in più, rispetto a quelle che annualmente il Consorzio investe col suo contributo di bonifica, e sono finalizzate alla risoluzione di particolari e puntuali problematiche idrauliche. L’impegno per la sicurezza idraulica diventa, inoltre, motore per lo sviluppo economico: gli investimenti, infatti, oltre a proteggere – come nel caso del Torrente Ruffa – le attività economiche del territorio, permettono lavoro e occasione di reddito per i professionisti, operai e aziende del comprensorio”.
Soddisfazione per i lavori è espressa dal sindaco di Gallicano, David Saisi. “L’impegno del Consorzio e dell’Unione europea, nella nostra area montana, è importante e prezioso – commenta il primo cittadino –. La fragilità idrogeologica dei versanti, infatti, è un problema annoso e ricorrente: e le criticità che adesso vengono risolte sono state a più riprese segnalate dai cittadini delle aree interessate. Il lavoro da fare è ancora molto: ma la strada di collaborazione intrapresa è sicuramente quella giusta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.