Nuovo volto per piazza Vittorio Emanuele II foto

È un progetto che ridisegna completamente piazza Vittorio Emanuele II, luogo simbolo di Gallicano, quello presentato ieri sera (29 agosto) ai cittadini al centro Ciaf dal sindaco David Saisi, coadiuvato dal direttore dei lavori, l’architetto Riccardo Grassi e dal responsabile del cantiere (per la ditta Vando Battaglia costruzioni, esecutrice dei lavori), il geometra Adriano Agostini.

Un intervento che rientra in un piano complessivo, del quale fanno parte anche i lavori in via Cavour e piazzale Caponnetto. Intanto, però, si parte dalla piazza, con l’obiettivo di farla tornare “il punto centrale della socializzazione” e per ridare slancio al commercio, in particolare alle piccole attività, come ha spiegato il sindaco.
Per far questo, gli interventi in cantiere sono numerosi: si va dall’ampliamento dei marciapiedi – per abbattere le barriere architettoniche e rendere agevole l’accesso alle persone con disabilità – alla creazione di “una piazza nella piazza”, separata dal traffico veicolare, dove i cittadini potranno ritrovarsi in tutta tranquillità e le attività commerciali potranno posizionare i propri tavoli. Il vecchio manto stradale verrà completamente rimosso e sostituito con asfalto ecologico. “Ci saranno materiali, forme e colori nuovi”, ha spiegato l’architetto Grassi. Ho anche cercato – prosegue – di evidenziare il traffico veicolare con le pietre: saranno in rilievo già all’ingresso della piazza, in modo che chi entra le avverta e rallenti”.
Per quanto riguarda i parcheggi, i posti auto disponibili saranno ridotti di due unità ma, in compenso, i restanti saranno più larghi rispetto a prima: due metri e mezzo. Nuova anche l’illuminazione, con punti luce a led.
I lavori riguarderanno anche tutto ciò che sta sotto la piazza, con l’ottimizzazione delle fognature e delle tubature dell’acqua e del gas. Inoltre, sarà realizzato un cavidotto per la fibra ottica.
“Inizieremo i lavori dai marciapiedi – ha spiegato il geometra Agostini – e prevediamo di terminarli all’inizio di dicembre. Poi ci sposteremo sulla piazza”.
Un intervento da 300mila euro, ribassato a gara del 7 per cento. “Lo finanzieremo – ha precisato Saisi – con un mutuo a 20 anni. Ciò implica per il Comune una spesa di 20mila euro l’anno, per quota capitale e quota interessi”.
Un progetto importante, insomma, elaborato da “amministrazione comunale, commercianti e ufficio tecnico per cercare – ha concluso l’architetto Grassi – di riqualificare la piazza che rappresenta il biglietto da visita di Gallicano. E Gallicano è l’ingresso della Garfagnana”.

Massimiliano Piagentini

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.